Premiazioni tra storia e attualità, a Sapri e non solo

0
36

Incontri, dibattiti e premi: la manifestazione “Premio il Golfo”, voluta ed organizzata dall’associazione il Golfo, si tiene a Sapri il 10 e 11 Settembre. Il paese più grande del Golfo di Policastro premia grandi personalità che si sono distinte in vari campi, nella Villa Comunale. Sono state diverse le premiazioni.

Nel corso della serata del 10 settembre, nella sezione “Assiociazionismo e Volontariato” è stato premiato Don Marcello Cozzi, presidente dell’associazione Libera. Il prete lucano è famoso per le sue lotte contro le mafie. Proprio con le sue opere ha posto l’accento sul fatto che“la lotta alla mafia non è più militare, ma sociale e culturale”. Il presidente non fa un’analisi superficiale ma scava nelle radici stesse della democrazia e della legalità in Italia: “ si tratta di alimentare invece la cultura della partecipazione democratica, della responsabilità e della consapevolezza. Il non esserci, il rinchiuderci rassegnati ognuno nel proprio mondo, non fa altro che aumentare la logica della delega, e oggi questo non è più possibile: dobbiamo sentirci tutti responsabili del percorso che facciamo senza fare sconti a nessuno”.

Per la sezione “Arte, teatro e spettacolo”, a giocare il ruolo del protagonista sarà Ulderico Pesce con il suo spettacolo “Asso di monnezza”. L’opera racconta dei traffici illeciti dei rifiuti urbani e industriali che soffocano l’Italia, mostrando come sia la malavita ad arricchirsi sempre di più. L’attore ha voluto portare alla luce due realtà tristemente collegate: l’incapacità dello stato di gestire lo smaltimento dei rifiuti e la capacità della mafia di approfittarne.

Oggi, 11 Settembre, invece, si darà spazio al programma radiofonico “Radio anch’io” del giornalista Giorgio Zanchini, premiato per la sezione “Giornalismo”. La trasmissione, guidata ora da Zanchini, era nata come satira sull’attualità e in seguito si è stata trasformata in un talk show di politica e attualità negli anni ’80. Giorgio Zanchini si è occupato anche della stretta relazione che c’è tra la comunicazione e la democrazia, con il suo libro “Teledemocrazia: sudditi o cittadini?”.

Infine, Legambiente presenterà la sua iniziativa “Puliamo il mondo”.

Non è solo Sapri, in questi giorni, a distribuire premi in Campania.

Presso la Sala Consiliare del Palazzo Municipale di Castelfranci, in provincia di Avellino, questa mattina è stato presentato il libro “L’impero dei vicerè” del brillante storico Aurelio Musi, docente di Storia Moderna del corso di laurea di Scienze Politiche e Delle Relazioni Internazionali dell’Università Degli Studi di Salerno, che gli ha fatto guadagnare anche la cittadinanza onoraria.

Un weekend, quindi, carico di personaggi che danno lustro al nostro paese e che troppo spesso vengono dimenticati.

Elena Morrone

NESSUN COMMENTO