#Salerno4expat: nessun umano è illegale

0
117

#Salerno4expat è un invito destinato a tutti i cittadini di Salerno per ribadire che “nessun umano è illegale”. E’ una manifestazione che vuole continuare il filone della “Marcia delle Donne e degli Uomini Scalzi” che ha invaso la penisola lo scorso 11 Settembre ed ha unito Nord e Sud. Tutti uniti per dimostrare vicinanza e comprensione nei confronti dei profughi che fuggono da guerre e violenze, per dire di no ai nuovi muri che vengono eretti dalle nostre convinzioni e alle discriminazioni, nonché ai razzismi, che fino ad ora soffocano tanti stati europei. L’Europa, scrivono gli organizzatori nell’evento ufficiale fb, anche per chi non vuole ricordarlo, è sempre stata la patria di nomadi e viaggiatori.carlo oneto

Sebbene a Salerno ci sia già stata una marcia proprio l’11 Settembre, partendo da Piazza Portanova fino ad arrivare a Piazza Amendola, a cui hanno aderito tantissime persone e realtà movimentiste come Cgil Salerno, Anpi, Se Non Ora Quando, #Salerno4expat vuole rendere omaggio anche ad un’opera d’arte che è spuntata su un muretto a Torrione. Carlo Oneto, colui che ha probabilmente realizzato il disegno, ha reso omaggio al piccolo ritrovato a riva, pugnalato dallo sciacallaggio dei social network e delle televisioni che hanno lucrato sulla sua immagine in fin di vita.

Già gli organizzatori della “Marcia delle Donne e degli Uomini Scalzi” dichiararono:

Non vogliamo vedere mai più bambini morti sulle spiagge, cadaveri di persone asfissiate, annegate, volti segnati dalla sofferenza che cercano rifugio in Europa e si trovano di fronte ad egoismi nazionali, indegni della tradizione e della civiltà europea. Facciamo appello al Governo italiano e alle Istituzioni internazionali affinché si intensifichi l’azione per impedire che prevalga l’orrore e si costituisca una politica europea dell’asilo.

Per partecipare basta portare con sé un paio di scarpe consumate che andranno appese ai balconi, ai muri, ai pali della luca, alle porte. Si partirà alle 18 dalla zona orientale, dalla Piazza dei Caduti di Brescia a Pastena, per poi arrivare alla zona centrale.

Ancora una volta, l’attacco è rivolto alla politica, alle nuove scelte imprenditoriali della Merkel e ai cambi di prospettiva di Angelino Alfano, al qualunquismo opportunista di Matteo Salvini:

12006233_1145621468785443_7804853723589704668_nIn questi ultimi giorni, dopo i provvedimenti della Merkel, è diventata quasi una moda difendere chi fugge dalla guerra. Addirittura Angelino Alfano è arrivato a fare appelli in difesa dei migranti; Salvini si dichiara disposto ad ospitare in casa propria immigrati solo se fuggono dalla guerra. In questi ultimi mesi si sono moltiplicati i paladini in difesa della patria e della pace sociale di casa propria; cavalcando i messaggi d’odio e xenofobia, si è additato lo straniero come elemento pericoloso e da allontanare; è per questo che domenica 13 vogliamo sfilare a Salerno in difesa dell’espatrio, della libertà di muoversi senza frontiere, ne’ confini. Lungo il cammino, oppure in qualsiasi altro punto e momento (anche se siamo impossibilitati a partecipare) fotografiamo le scarpe appese e condividiamo lo scatto con l’ashtag #salerno4expat
E RIBADIAMO CHE NESSUN ESSERE UMANO E’ ILLEGALE.
REFUGEES WELCOME.

Sara C. Santoriello

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa petizione per salvare l’opera di Banksy a Napoli
Articolo successivoSvincolati: i disoccupati del calcio
Rappresentante degli studenti nel Consiglio Didattico di Scienze Politiche all'Università degli studi di Salerno (2015-2017). Consigliere del Forum dei Giovani di Cava De' Tirreni. Membro della Direzione Nazionale dell'Unione Degli Studenti (biennio 2014-2016). Esecutivo di Link Fisciano (2016-2018). Segretaria della CPS (biennio 2011-2013). Reporter per AsinuPress e LiberoPensiero.

NESSUN COMMENTO