È il 22 settembre 2010, siamo alla quarta giornata di campionato, e la nuova Inter di Benitez, vedova di Mourinho, neo campione di tutto, vince il casa contro il Bari con il netto risultato di 4-0. Quella sarà l’ultima occasione in cui si vedranno i nerazzurri da soli in testa alla classifica. E quello sarà anche l’ultimo campionato che vedrà l’Inter lottare per qualcosa di importante. Sono passati quasi 5 anni, e la situazione è di nuovo la stessa, per la prima volta. I nerazzurri vincono il Derby di Milano (il migliore degli ultimi anni), e volano da soli in testa alla classifica a punteggio pieno dopo 3 giornate di campionato. La squadra di Mancini è l’unica big, insieme alla Roma, ad aver cominciato in modo positivo il campionato. I giallorossi infatti, con 7 punti in 3 partite, e soprattutto dopo il convincente pareggio in Champions League contro il Barcellona, sembrano aver iniziato la stagione nel migliore dei modi. La vittoria esterna sul campo del Frosinone, maturata grazie ai gol di Iago Falque ed Iturbe è stata una prova da grande squadra, in grado di poter lottare per lo scudetto, fino alla fine.

Iago Falque esulta dopo aver portato in vantaggio la Roma, sul campo del Frosinone

La grande delusione di questo inizio di stagione è sicuramente la Juventus, che con un solo pareggio nelle prime 3 giornate, si trova nelle parti basse della classifica. La vittoria sul campo del Manchester City fa però ben sperare. Allegri sembra che pian piano stia trovando la giusta ricetta per far rendere al meglio la squadra. I troppi cambiamenti a livello di organico hanno reso il lavoro del tecnico livornese sicuramente non facile. La partita di domenica in casa del Genoa sembra già decisiva, per confermare quanto di buono si è visto in Champions League. Percorso simile anche per il Napoli, che dopo il cambio di allenatore, non è partito di certo benissimo, con 2 punti in 3 partite. Ma la convincente vittoria in Europa League contro il Bruges ha dato segnali di crescita sia dal punto di vista tecnico, che fisico.

Gianluigi Buffon non riesce ad arrivare sul tiro di Hetemaj, che sblocca la partita

Quest’inizio di campionato ha riservato grandi sorprese anche per quanti riguarda le cosiddette piccole. Squadre come Chievo Verona e Sassuolo si trovano nella parte alta della classifica, dopo ottime prestazioni. I veneti, per esempio, non solo nell’ultimo turno hanno fermato la Juventus in casa propria, ma nella seconda giornata hanno distrutto la Lazio con il netto risultato di 4-0. Grande inizio anche per la Sampdoria, che dopo lo shock dell’eliminazione dall’Europa League, è partita alla grande, trascinata da un Eder in formissima già autore di 5 reti, in sole 3 partite.

Nella prossima giornata di Serie A spicca subito il big match di domenica sera, tra Napoli e Lazio, che è stata l’ultima giornata dello scorso campionato, decisiva per l’ultimo posto in Champions League. I biancocelesti hanno poi mancato la qualificazione ai gironi di Champions League, ma i 6 punti nelle prime 3 giornate sono un buon punto di partenza. Lo stesso discorso non vale per il nuovo Milan di Mihajlovic, che ha all’attivo una sola vittoria. I rossoneri hanno sicuramente migliorato il reparto offensivo grazie agli acquisti di Bacca e Luiz Adriano, ma peccano ancora di qualità a centrocampo, dove non c’è nessun giocatore in grado di prendere in mano la squadra.

Risultati 3ª giornata SerieA

Frosinone – Roma 0-2

Fiorentina – Genoa 1-0

Juventus – Chievo 1-1

Verona – Torino 2-2

Sassuolo – Atalanta 2-2

Palermo – Carpi 2-2

Empoli – Napoli 2-2

Lazio – Udinese 2-0

Inter – Milan 1-0

Sampdoria – Bologna 2-0

4ª giornata SerieA

19/09 Udinese – Empoli 18.00

19/09 Milan – Palermo 20.45

20/09 Chievo – Inter 12.30

20/09 Atalanta – Verona 15.00

20/09 Bologna – Frosinone 15.00

20/09 Genoa – Juventus 15.00

20/09 Roma – Sassuolo 15.00

20/09 Torino – Sampdoria 15.00

20/09 Carpi – Fiorentina 18.00

20/09 Napoli – Lazio 20.45

Classifica SerieA

  1. Inter 9 pti.
  2. Chievo 7 pti.
  3. Sampdoria 7 pti.
  4. Torino 7 pti.
  5. Roma 7 pti.
  6. Sassuolo 7 pti.
  7. Palermo 7 pti.
  8. Fiorentina 6 pti.
  9. Lazio 6 pti.
  10. Atalanta 4 pti.
  11. Genoa 3 pti.
  12. Milan 3 pti.
  13. Udinese 3 pti.
  14. Napoli 2 pti.
  15. Verona 2 pti.
  16. Juventus 1 pto.
  17. Empoli 1 pto.
  18. Carpi 1 pto.
  19. Bologna 0 pti.
  20. Frosinone 0 pti.

fonte media: gazzetta.it

Biagio Dell’Omo

NESSUN COMMENTO