Intervista con Ciro Borriello: ”La convenzione con il calcio Napoli per il San Paolo è cosa fatta”

0
71
Ciro Borriello in esclusiva a Libero Pensiero sullo stadio San Paolo
Ciro Borriello in esclusiva a Libero Pensiero sullo stadio San Paolo

NAPOLI – Le ultime sulla vicenda stadio San Paolo, lo sport in città e le elezioni amministrative sono in temi che l’Assessore allo Sport e al Decoro Urbano del comune di Napoli, Ciro Borriello ha affrontato nell’intervista ESCLUSIVA con Libero Pensiero News.

Di seguito l’intervista:

Conferma la notizia della convenzione del San Paolo con il calcio Napoli?
Assolutamente si. Ieri sera in Giunta siamo riusciti ad approvare la delibera sulla convenzione ponte, ossia il rapporto che legherà il calcio Napoli, al comune di Napoli per tutta la durata dell’approvazione dell’iter procedurale dello studio di fattibilità. Logicamente andando a modificare la vecchia convenzione stipulata nel 2005 e rimodulando alcune spese. Quelle legate soprattutto al canone dove partiamo da uno studio fatto dal Coni pari a 518 mila euro, lo abbiamo adeguato alle condizioni napoletane ed abbiamo trovato una sinergia intorno ai 650 mila euro. Oltre a questo abbiamo aggiunto le spese di diritti pubblicitari con tariffe chiare (circa 3 mila euro a gara), in più saranno a carico del calcio Napoli una serie di opere di manutenzione ordinaria, oltre alle spese legate alle pulizie che noi comune veniva una cifra esagerata.
Siamo riusciti come comune di Napoli ad avere diversi introiti in più

Da politico e appassionato di sport, come spiega il mancato investimento del Governo nella costruzione di stadi?
E’ abbastanza chiaro che il tempo dove il Governo investiva negli stadi è finito. In Europa, ormai la tendenza è che le società con un forte sponsor riescono a farsi costruire dallo stesso lo stadio. In Italia, invece subiamo una condizione di crisi che inevitabilmente si riflette anche nel calcio. Il calcio italiano deve uscire da questa crisi attraverso processi diversi e non più legati a fondi statali.

Durante la Giunta De Magistris, in particolar modo con il suo avvento, il comune ha dato uno sguardo particolare anche agli altri sport
Devo dire che in città la fame di sport è tantissima. Il calcio Napoli, rappresenta solo il 5% delle richieste sportive che arrivano in questo assessorato e questo ovviamente mi riempe d’orgoglio. Ad inizio ottobre avremo la prima giornata del campionato nazionale di serie A1 di basket femminile. E’ un evento unico, lo portiamo a Napoli, perchè abbiamo una squadra di basket femminile competitiva al massimo. Puntiamo moltissimo sul basket. Nei giorni scorsi abbiamo fatto le classi olimpiche. Nel mese di ottobre ci saranno altre manifestazioni sportive. Sabato parte il campionato di pallanuoto di serie A1. Insomma, lo sport in città è davvero un’ eccellenza.

A Maggio si voterà per le elezioni amministrative. Il sindaco De Magistris ha già detto, più volte che si ricandiderà. Come gruppo di Sel siete pronti ad appoggiare un De Magistris bis e secondo lei, cosa è da rivedere e cosa ha funzionato, invece, durante questi 5 anni di sindacatura De Magistris?
Sel è con il sindaco. Non vedo soluzioni alternative a De Magistris, la sua ricandidatura è una necessità per la città di Napoli.
De Magistris ha ereditato un ente in forte crisi. Nonostante questo, non è stato licenziato nessuno, anzi abbiamo assunto 300 maestre e contrariamente agli altri comuni abbiamo conservato il patrimonio lavoro umano. Questo è un grande tema di sinistra. Se già vogliamo calcolare questo, la sua ricandidatura andrebbe avanti ad occhi chiusi. Certo, ci sono delle criticità legate ai diversi cambi di giunta che hanno portato all’assestamento attuale. L’unica certezza, però è il sindaco De Magistris.

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteAli Mohammed al-Nimr crocifisso. Il mondo incrocia le dita #freeNimr
Articolo successivoIl nostro Eurobasket: analisi e considerazioni
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO