Gli studenti dell’Alberti protestano per il nuovo regolamento

0
273

NAPOLI – Non si trova pace al Liceo scientifico collinare. L’Alberti, negli anni passati è stato tra gli istituti ”vittime” della creolina (disinfettante altamente tossico).
Quest’anno, invece, a protestare sono alcuni studenti che lamentano una gestione autoritaria da parte della Dirigente Scolastica.
«La situazione nella nostra scuola – dice uno studente – è critica».
Nel mirino degli alunni, la chiusura della zona fumatori del bar, ”comoda perchè così si evita di allontanarsi dalla scuola”.
«E’ stata posticipata l’apertura del bar alle ore 10.00 – continuano gli studenti – mentre l’anno scorso l’orario di apertura era le 8:45. Inoltre non possono essere consumate bevande e cibo nella zona del bar.
Viviamo in un clima di tensione, la nostra scuola, quest’anno si è trasformata improvvisamente in una prigione».
Secondo quanto raccontano gli studenti anche l’apertura dei bagni sarebbe stata posticipata per evitare atti vandalici ai servizi igienici.
«Non esiste dialogo con la Preside – proseguono –  infatti riceve solo i rappresentanti d’istituto. Gli altri studenti vengono puntualmente ignorati.
Ad un alunno bocciato gli stata addirittura cambiata la sezione senza che egli ne avesse fatto richiesta. La Dirigente non ha voluto fornirgli alcuna spiegazione in merito».
Poi la stoccata: «Il regime che la Preside sta impostando ha portato ad un calo vortiginoso degli iscritti nella nostra scuola. Quest’anno si sono formate solo 6 prime, a fronte delle 11 degli anni passati».
Secondo gli studenti a lamentarsi sarebbero anche molti docenti, i quali avrebbero chiesto il trasferimento ad altre scuole.

«Non abbiamo votato alcuna modifica del regolamento – tuona la Prof.Marina Imparato, Dirigente Scolastica del Liceo Leon Battista Alberti. Applichiamo semplicemente regole di base già esistenti negli anni scorsi. Agli studenti – prosegue – non è assolutamente vietato di consumare cibo e bevande nei pressi della zona bar, semplicemente, quest’anno, non consentiamo più l’uscita dai locali della scuola per ragioni di sicurezza».
Sui servizi igienici chiusi ed aperti alle 10:00, la Preside smentisce.

Il Dsga aggiunge: «Non so, sinceramente da dove possano provenire queste lamentele. Cerchiamo semplicemente di far funzionare al meglio la scuola per il futuro stesso dei ragazzi».

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteRenzi… bocciato!
Articolo successivoTrivellazioni: sì al referendum abrogativo
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO