Scugnizzo Liberato, il nuovo spazio restituito alla cittadinanza

0
89

NAPOLI – L’ex carcere minorile ”Filangieri” è stato riaperto, nei giorni scorsi da attivisti e attiviste della Campagna Scacco Matto e da alcuni abitanti del quartiere di Montesanto.

«La Campagna Scacco Matto – esordisce Fabrizio, attivista  di Scacco Matto –  ha individuato proprio nel quartiere di Montesanto, prima con l’ex deposito della Circumvesuviana, poi con l’attuale spazio occupato, dei luoghi dai quali ripartire e mettere al servizio della cittadinanza.

Scugnizzo Liberato – prosegue – riteniamo sia il nome più appropriato anche per l’occupazione avvenuta durante le Quattro Giornate di Napoli, un luogo dal quale gli scugnizzi evasero per combattere il nazifascismo e liberarono la nostra città.
Vogliamo ripartire proprio dai ragazzi del quartiere».

Sulle condizioni dello stabile:«La struttura globalmente è in buone condizione. Tuttavia esistono dei piani che hanno bisogno di lavori, mentre il teatro e il campetto sono già in discrete condizione. Siamo una realtà totalmente autofinanziata. Abbiamo trovato materiali di vario genere ed effettueremo lavori per aree.

Scugnizzo Liberato può rappresentare un’occasione di riscatto sociale, infatti alcuni nostri compagni hanno già avuto esperienze simili con Terranostra a Casoria. La nostra idea è dare la possibilità alla gente di vivere gli spazi dei loro quartieri che per anni sono stati abbandonati. Ancora, dare la possibilità ai ragazzi di sottrarsi alla logica della strada, del ricatto e quindi della camorra.
Vogliamo mettere in campo tante iniziative: dal doposcuola per i bambini, allo studentato o addirittura all’occupazione a scopo abitativo. Realizzeremo una palestra popolare, corsi di pittura e di fotografia».

scugnizzo 2Sul quartiere: «La risposta è stata ottima». Sul rapporto con le istituzioni:«Non abbiamo ancora avuto incontri ufficiali. Nostra intenzione è confrontarci con il sindaco De Magistris, il quale si è più volte esposto a favore degli spazi occupati. Pensiamo possa essere importante ed interessante parlare con il sindaco, dopodichè alle parole dovranno seguire necessariamente fatti».

La struttura è composta da 6 piani con circa 150 stanze. All’interno un teatro, una chiesa, un forno per le pizze e macchine per lavorare la ceramica. Due celle di isolamento con interni rivestiti. Campetto all’aperto, 3 terrazzi e sala conferenze. 4000 mila metri.

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteChampions dolceamara: bene Juve, male Roma
Articolo successivoEuropa League: di scena Napoli, Lazio e Fiorentina
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO