Janis: un film per un’icona senza tempo

0
94
Janis
DENMARK - APRIL 19: Photo of Janis JOPLIN; Janis Joplin, posed, smoking cigarette (Photo by Jan Persson/Redferns)

Tre giorni fa, il 4 ottobre 2015, è stato il quarantacinquesimo anniversario della precoce morte di una delle più iconiche e giovani star del rock americano, l’ indimenticabile Janis Joplin: icona di stile, bellezza naturale, colei che ha aperto le porte del rock al sesso femminile, cantante appassionata le cui performance sono leggendarie, tanto che per Rolling Stones è al  quarantaseiesimo posto della lista dei 100 artisti più importanti della storia.

Quarantacinque anni dopo l’indimenticabile artista è ricordata con un documentario, Janis, proiettato in anteprima mondiale alla settantaduesima Mostra Internazionale d’ Arte Cinematografica di Venezia.

La regista è il Premio Oscar Amy Berg, che ci presenta la sua opera dopo ben 7 anni di lavoro, studi, ricerche e approfondimenti. Il documentario è basato in particolare sulle lettere che l’ artista scrisse alla famiglia, a parenti, amici ed amanti prima della sua scomparsa, ed ovviamente sui suoi testi e sulla musica.janis

Nella versione inglese del film, la doppiatrice scelta per leggere le lettere di Janis è una voce celebre: Cat Power, cantautrice statunitense che ha dominato la scena rock degli anni 90, mentre in italia la cantante che presterà la voce a questo ruolo è Gianna Nannini che, seppur impegnata per la creazione di un suo nuovo album, in uscita il 9 novembre, ha accettato entusiasta questa esperienza completamente nuova per lei.

“Sono felicissimo che Gianna Nannini abbia voluto accompagnarci nell’avventura di portare nelle sale italiane il primo film su Janis Joplin, prestando la sua voce alle lettere di Janis”

ha dichiarato il general manager di Wonder Pictures, Andrea Romeo.

“Una collaborazione che ha ancora più valore, per noi, se pensiamo che, oltre ad essere una grande artista, Gianna è anche una sua grandissima fan”.

Il documentario sarà nelle sale italiane da domani 8 ottobre 2015, e l’ Italia è il primo paese nel mondo in cui è stato distribuito. Non ci resta quindi che goderci il primato e rivivere la storia di questa grande artista.

Maria Pia Napoletano

NESSUN COMMENTO