Intervista con Pino De Stasio: ”De Magistris fa bene ad impugnare l’atto del Commissariamento di Bagnoli”

0
90

NAPOLI – Il bimbo registrato all’anagrafe con due mamme, gli spazi ”liberati” in città, il commissariamento di Bagnoli e il futuro della sinistra napoletana sono alcuni dei temi trattati durante l’intervista con il Capogruppo della Federazione della Sinistra, nonchè Consigliere della II Municipalità, Pino De Stasio.
Di seguito l’intervista completa:

Nei giorni scorsi è giunta finalmente una bella notizia: la trascrizione all’anagrafe dell’atto di nascita di un bimbo, insieme a due mamme
L’avvenuta trascrizione, prima in Italia, è motivo di grandissima soddisfazione perchè finalmente si dà dignità ad un nascituro (figlio di una delle due madri). Il sindaco ha fatto questa ”forzatura” scrivendo il bambino all’interno del registro dell’anagrafe, permettendo a Ruben (così si chiama il bimbo) di usufruire di tutti i diritti previsti dalla carta costituzionale. Come II municipalità e Consulta delle Pari Opportunità abbiamo stabilito che il mondo LGBT fosse incardinato all’interno della consulta stessa affidando la presidenza ad Antonello Sannino. Abbiamo chiesto alla Consulta della Pari Opportunità di preparare un ordine del giorno affinchè venga votato in tutte le municipalità e sia da stimolo all’Anci per fare al più presto la legge delle unioni civili

Una battaglia del sindaco è relativa agli spazi ”liberati”
Il sindaco di Napoli ha invertito la piramide, rispetto ai suoi colleghi di Roma e Milano. L’ex Pm, insieme a noi ha fatto una delibera quadro sui beni comuni, con l’ausilio dell’Assessore Piscopo

C’è volontà di ”legalizzare” e sostenere quindi anche l’ex asilo filangieri …
La questione non è solo legalizzare. Noi dovremmo ringraziare chi ha liberato e sistemato lo spazio dall’oblio e dall’abbandono in cui versava.
Queste sono forme di partecipazione dal basso che devono necessariamente essere inserite all’interno di questa delibera ”liberatoria” di questi spazi che devono essere affidati alle associazioni o movimenti che li hanno liberati

Il sindaco continua a battersi per Bagnoli e contro il Commissariamento …
Bagnoli è la guerra di tutte le battaglie. Siamo assolutamente contrari al commissariamento ed abbiamo per tanto partecipato a tutte le iniziative di contrasto. Il sindaco fa bene ad impugnare questo atto e nei prossimi giorni dovrebbe convocare anche una conferenza stampa su questo tema. Commissariare Bagnoli significa privare Napoli di un importantissimo pezzo della città

Piazza Carlo III, Palazzo Fuga, Pino De Stasio è stato grande protagonista della battaglia anche contro i ganci posti sulle panchine della piazza. A breve dovrebbe partire anche un progetto per gli immigrati coordinato da Padre Alex Zanotelli
L’idea di Zanotelli di prendere parte dell’ex Albergo dei Poveri e di consegnarlo alla città per far sì che i senza fissa dimora possano avere un pasto e un rifugio per andare a dormire la notte è un fatto molto ma molto importante. All’interno di Palazzo Fuga possono coesistere diverse idee, dall’ospitalità ai clochard, alla’arte e alla cultura. Quest’amministrazione sul tema dei clochard è sempre stata molto sensibile, basti pensare all’apertura delle metropolitane per far fronte al clima rigido

A Maggio si andrà a votare. Il sindaco ha più volte detto che si ricandiderà ascoltando movimenti ed associazioni. E i partiti cosa faranno?
Il sindaco farà ciò che ritiene più opportuno. La mia idea, come consigliere uscente della II municipalità, è quella che chi ha appoggiato il sindaco in questi anni deve proseguire questo percorso, magari riscrivendo il programma, naturalmente tenendo conto anche delle nuove soggettività che si sono affermate in questi anni. Lancio un’appello ai miei amici del Movimento Cinque Stelle, affinchè possano realmente riflettere su cosa ha rappresentato questo sindaco negli ultimi anni. De Magistris ha portato al termine il referendum dell’acqua, ha mandato al diavolo gli inceneritori, non ha fatto licenziamenti, non ha eseguito sfratti contro i luoghi ”liberati”

Il futuro di Pino De Stasio?
Non lo so. Vedremo le forme prospettate, se potrò essere ancora utile, naturalmente mi metterò a disposizione.

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteGrande Fratello: una moda in declino
Articolo successivoNapoli perde le canzoni napoletane, RadioRai sposta l’archivio a Milano. E’ polemica
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO