Dagli studenti arriva la nuova proposta sull’università

0
74

L’università che parte dagli studenti, ma che si mette a disposizione di tutti. E’ questa la proposta che LINK – Coordinamento Universitario presenterà Giovedì 22 Ottobre 2015, alle 13.00, in una conferenza stampa che si terrà nella sala stampa della Camera dei Deputati.

«Di tutti e per tutti: ecco gli assiomi della nostra proposta – dichiara Alberto Campailla, portavoce nazionale di LINK – Coordinamento Universitario – Un’Università che torni ad essere realmente di massa, non solo abbattendo le numerose disuguaglianze di chi vive il mondo accademico nella propria quotidianità, ma che sia percepita come propria da tutta la società: la Nuova Università vuole uscire dalle mura fisiche e simboliche e riappropriarsi del ruolo sociale che la renda protagonista del progresso culturale ed economico. Ecco perchè abbiamo provato a costruire delle proposte su tutti gli aspetti, non solo quelli prettamente studentesche, del funzionamento del sistema universitario”.

“Proprio nei giorni in cui il Consiglio dei Ministri ha approvato la Legge di Stabilità 2016 con qualche intervento non risolutivo sul reclutamento e zero risorse sul diritto allo studio, teniamo a ribadire che serve un cambio di passo che ad oggi è imprescindibile per uscire dall’emergenza che vive il mondo universitaria. Le volontà anticipate dal Governo, di intervenire ancora in materia universitaria, senza smarcarsi dal solco che hanno tracciato tutti i provvedimenti precedenti, vogliamo rispondere in anticipo con un approccio complesso e complessivo, l’unico – a nostro parere – possibile per uscire dall’emergenza che attanaglia l’intero sistema e che possa ridotare di senso i processi di ricerca e costruzione di conoscenza per la risoluzione dell’annose questioni che attanagliano la nostra società.”

“In quest’autunno ci impegnamo ad essere presenti e promotori della riapertura di un dibattito tra tutte le componenti della comunità accademica – conclude Campailla – per costruire un fronte ampio e compatto , pronto a contrastare ulteriori provvedimenti rattoppati o obrobriosi, poco funzionali a risollevare un’istituzione così importante e che può davvero essere una risorsa per tutte e tutti”.
QUI IL TESTO COMPLETO

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteExpo: la difficile fase 2
Articolo successivoNapoli, università: Sbloccati i fondi per le borse di studio
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO