I Giovani Comunisti di Napoli si rinnovano: ”Saremo al fianco dei lavoratori che perdono il posto di lavoro”

0
42

Lo scorso fine settimana, a Napoli si è svolta la V conferenza provinciale dei Giovani Comunisti di Napoli. Al termine dei lavori è stato eletto all’unanimità con 31 voti favorevoli, il nuovo coordinatore dei GC di Napoli, Raffaele Manco e il nuovo coordinamento provinciale.
Libero Pensiero News ha incontrato il nuovo coordinatore. Di seguito l’intervista:

In questo quadro in cui i partiti di sinistra hanno difficoltà e considerando anche la scarsa considerazione di Renzi verso i Giovani Democratici, voi come vi inserite?
Grazie al Jobs Act un’ intera generazione sarà condannata alla precarietà. Oggi esiste un blocco sociale dal quale noi non possiamo assolutamente prescindere. Il nostro compito sarà quelle di tessere le relazioni tra i docenti precari della scuola e tutti lavoratori che perdono il loro posto di lavoro. Abbiamo anche la necessità e il dovere di formare i nuovi quadri dirigenti.

Il 9 ottobre siete scesi in piazza contro la Buona Scuola. Che proposte porterete come Rifondazione Comunista?
Nella conferenza abbiamo approvato un ordine del giorno chiaro in cui chiediamo di elaborare un attivo provinciale con tutte le realtà del territorio, che siano associazioni o movimenti.

Le altre battaglie?
Abbiamo a cuore la questione ambientale. Ci sono tantissimi compagni impegnati in vertenze sui diversi territori, quali Taverna del Re e l’inceneritore a Giugliano, giusto per citare i casi più eclatanti. Cercheremo di mettere insieme tutte queste battaglie per formulare una sola proposta. Naturalmente contrasteremo con tutte le altre realtà l’emergere delle realtà fasciste nella nostra città.

La vostra idea riguardo Palazzo Fuga e piazza Carlo III?
Ben vengano iniziative come quella di Padre Alex Zanotelli che si è battuto affinchè Palazzo Fuga ritornasse almeno in parte alle origini. Fa piacere venire a conoscenza che anche il vicesindaco metropolitano, Elena Coccia si sia battuta per i diritti dei clochard e dei senza fissa dimora.

A maggio si voterà per le comunali. Il sindaco De Magistris, in questo momento sembra molto più vicino ai movimenti, piuttosto dei partiti che lo stanno sostenendo. Rifondazione farà parte di chi sosterrà il sindaco e soprattutto è ipotizzabile la nascita di un progetto di sinistra a lungo termine, rispetto ai ”soliti” cartelli elettorali?
Auspichiamo la nascita di un progetto alternativo di sinistra unitario che parta realmente dal basso. Guardiamo con piacere anche alle associazioni e ai movimenti che in questi mesi hanno portato proposte al sindaco. Ricordo che la nostra amministrazione è una delle più a sinistra d’Italia e lo ha dimostrato nei fatti con la battaglia contro la privatizzazione dell’acqua, la questione abitati e dei rifiuti. Ben venga una rete alternativa al Partito Democratico e a tutte le forze neo liberiste del nostro paese

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteCaserta – Sciopero dei dipendenti ASL: “il nuovo appalto è truccato!”
Articolo successivoErri De Luca assolto dall’accusa di “istigazione al sabotaggio”
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO