Ospedale D’Aragona, indagato il medico del Papa

0
137

Per l’ospedale Ruggi D’Aragona di Via San Leonardo, a Salerno, sembra non esserci più pace. Ancora alle prese con i risvolti degli episodi riguardanti quei dipendenti che, grazie ad una serie di escamotage, continuavano a percepire lo stipendio pur assentandosi dal posto di lavoro quasi tutti i giorni, il buon nome dell’ospedale Salernitano rischia di subire uno smacco ancora più grande.

Negli ultimi giorni non si fa altro che parlare della notizia del presunto tumore al cervello diagnosticato a Papa Jorge Mario Bergoglio, notizia che, tuttavia, è stata smentita direttamente dalla Santa Sede per bocca di padre Lombardi:”Ho incontrato il Papa ieri sera. Sta benissimo e in grande forma! Che è ‘sta gazzarra sulla sua salute?”.

Una strategia, deducono alcuni, messa in atto per delegittimare il Papa e riuscire a scalzarlo dal ”trono Pontificio”, e che coinvolgerebbe una serie di personalità ecclesiastiche che operano all’interno del Vaticano, ma troppo in ombra per poter essere identificate, e, sicuramente, molti medici.

fukushima

Si è parlato di un volo diretto a Pisa e dell’incontro con il dottor Takanori Fukushima, uno dei massimi esperti della neurochirurgia mondiale, da parte del pontefice. Anche in questo caso le voci sono state direttamente smentite dalla Santa Sede:”Non vi è stato negli ultimi mesi nessun volo in elicottero dal Vaticano alla Toscana, tranne quello per il sopralluogo logistico in preparazione della visita del Papa a Prato e a Firenze per il prossimo 10 novembre”. Però, come riportato dal Quotidiano nazionale:

” Una mattina come tante, quando all’improvviso nel cielo sopra Barbaricina, alle porte di Pisa, è sbucato un elicottero. Chi lo ha visto racconta di aver notato le insegne giallo-bianche sulla fiancata mentre volava radente sopra le ville della zona”. E secondo alcuni testimoni oculari pochi minuti dopo l’atterraggio, dalla clinica sarebbero usciti il professor Fukushima e alcuni operatori della sua équipe. Quel che è certo – scrive ancora Qn – è che l’elicottero dopo aver prelevato l’ équipe del professor Fukushima, è ripartito alla volta di Roma per atterrare oltre le mura Leonine”. 

E, dopo tutte le voci, presumibilmente false, che vedono Fukushima e i medici di Pisa in qualche modo implicati nelle notizie false riguardanti la salute di Bergoglio, escono fuori nuovi scandali, ma questa volta il palcoscenico non è più il Vaticano bensì il San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona di Salerno.

Il colosso della neurochirurgia che ”avrebbe in cura” il Papa è indagato dalla Procura di Salerno per un giro di mazzette volte a modificare le liste d’attesa  per le operazioni. L’indagine, partita lo scorso mese di Maggio, avrebbe trovato riscontro nelle parole del parente di una paziente ricoverata all’Ospedale, che denunciava il giro di denaro sporco. Coinvolti nell’inchiesta anche il primario Luciano Brigante, Renato saponiero, direttore del dipartimento di neuroscienze e, infine, Gaetano Liberti, in organico ad una clinica specialistica di Pisa, probabilmente la stessa da cui si è stato visto uscire prima di prendere l’elicottero diretto in Vaticano.

 

Vincenzo Marotta

 

NESSUN COMMENTO