Salerno: maxi controlli della Polizia Stradale

0
106

Tra sabato 24 ottobre e domenica 25 ottobre 2015, sono stati condotti enormi controlli da parte della Polizia di Stato nella città di Salerno, i risultati sono stati tutt’altro che floridi.

La maxi operazione è stata condotta dal Primo Dirigente Grazia Papa per monitorare, ed all’occorrenza contrastare, la guida in stato di ebbrezza e/o l’assunzione di droghe. I controlli si sono verificati in via Torrione e Via Lungomare Tafuri in corrispondenza del parcheggio pubblico in via Carella. L’operazione ha tenuto impegnate ben 16 pattuglie della Polizia Stradale nella notte fra 24 e 25 ottobre.

PoliziaIn ausilio della Polizia Stradale, vi erano anche unità cinofile della Questura di Napoli e addetti medici della Polizia di Stato. Complessivamente sono stati controllati ben 188 veicoli, fra i quali l’80% guidati da persone di sesso maschili e 75% da donne, con un’età compresa fra i 18 e 25 anni; il 20 % compresi nella fascia d’età tra i 36 ed i 53 anni.

Dai risultati riportati, sono stati redatti 83 verbali, fra questi sono stati individuati 4 guidatori sotto l’effetto di alcool,  2 per la guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, con precisione cocaina, dunque sono state denunciate 6 persone in stato di libertà per aver violato leggi severamente imposte dal Codice della Strada e dal Codice Penale, per i motivi sopra citati; sono state individuate altre 2 persone per guida senza aver mai conseguito la patente, anch’esse denunciate in stato di libertà.

L’attività è rientrata fra gli obiettivi posti dalla Polizia Stradale, in accordo con il Ministero della Salute-Dipartimento delle Politiche Antidroga utilizzando il comune “drug-test”, il quale consiste nel prelevare campioni di saliva su apposite strisce successivamente poste all’interno di un’apparecchiatura portatile a lettura automatica, con stampa del risultato immediato. Il prelievo dei campioni biologici salivari è effettuato sotto il diretto controllo del personale Sanitario della Polizia di Stato, l’eventuale esito positivo costituisce il presupposto per effettuare ulteriori accertamenti, con valenza medico legale, svolti nei laboratori adibiti dalla Polizia di Stato. 

Nicoletta Crescenzo

NESSUN COMMENTO