Firenze e gli Uffizi, le bellezze del Rinascimento al Cinema

0
251
Firenze
David di Michelangelo(copia), Firenze , piazza della Signoria

Dopo il grande successo di “Musei Vaticani”, Sky Arte torna al cinema con: “Firenze e gli Uffizi”. Un sensazionale viaggio 3D tra le bellezze del Rinascimento italiano. Il 3 , 4  e 5 novembre in anteprima mondiale.

Firenze culla del Rinascimento sarà protagonista insieme al Museo degli Uffizi di questo nuovo film d’arte in 3D/4K  dedicato tutto all’arte italiana e dunque non  sarà un semplice documentario. Prodotto da Sky Arte e Sky 3D in collaborazione con Nexo Digital e Magnitudo Film, questo film ha già il sapore di un’impresa hollywoodiana, le nostre bellezze artistiche, sparse tra il Museo e la città , sono state riprese con la stessa cura e ricerca che si dedicherebbe ad un divo del cinema.

Dopo il  grande successo inaspettato di “Musei Vaticani “, il film d’arte più visto della storia, venduto in 60 paesi del mondo  e con  2 milioni di spettatori, la Sky punta di nuovo sull’arte sfruttando le potenzialità del 3D.

Firenze
Medusa del Caravaggio

Possiamo definirlo kolossal perché ha messo in campo tutta la tecnologia più innovativa del cinema 3D per applicarla all’arte. Questa volta non vedremo “Avatar” di James Cameron ma opere d’arte, che si materializzeranno in  carne ed ossa. La magia del 3D e del 4K sono alla base di questo sensazionale viaggio nella Firenze di Lorenzo il Magnifico, che sarà la voce narrante del film, interpretata da Simon Merelles. Un connubio perfetto tra la bellezza delle immagini, che da un lato avranno la forza della tridimensionalità e dall’alta la qualità di immagini reali.

Riprese aeree mozzafiato, quasi da “Mission Impossible“, grazie all’impiego di un dolly dal braccio lungo venti metri, utilizzato per riprendere il David di Michelangelo in una prospettiva inedita. Star del film saranno dunque sculture e quadri antichi come : la “Venere”  e la “Primavera” di Botticelli , la “Medusa” del Caravaggio   e ” l’Annunciazione” di Leonardo. Ma  il vero scoop del film sarà: l'”Adorazione dei Magi” anche essa opera leonardesca, che manca dal museo degli Uffizi da tre anni, e il cui restauro sarà narrato da Antonio Ciatti, Soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze.

E chi lo dice che i film d’arte sono noiosi? questo film ha molte sorprese da riservare a coloro che avranno voglia e modo di goderselo. E credere magari che tali film d’arte possano diventare dei must have non solo per intellettuali e gli appassionati ma soprattutto per i giovani di mezzo mondo.

Elenco delle sale cinematografiche in Italia

Rossella Mercurio

NESSUN COMMENTO