OSLE, Scienze Politiche Federico II: parte il progetto ‘’Legalità e Diritto’’

0
74

Venerdì 30 ottobre a Napoli, ore 10:00, presso l’aula Spinelli del Dipartimento di Scienze Politiche dell’ Università Federico II al via la prima delle tre giornate nell’ambito del progetto ‘Diritto e Legalità’: ‘Gare d’appalto e Trasparenza’ il primo tema affrontato.

Un protocollo d’intesa tra il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Federico II di Napoli e l’Istituto di Studi Politici S. Pio V ha siglato l’istituzione dell’Osservatorio sulla Legalità – OSLE- nell’Università degli Studi di Napoli Federico II, che verrà presentato in un ciclo di convegni – progetto ‘Diritto e Legalità’-, con il patrocinio di AMESCI, associazione nazionale di promozione sociale.
L’Istituto di Studi Politici S. Pio V, da anni è impegnato negli studi nel campo delle scienze umanistiche, coordina progetti tesi a porre al centro del dibattito culturale importanti questioni di carattere scientifico e socio-politico. Tra le sue finalità promuovere e incoraggiare, gli studi con particolare riferimento alle discipline storico politiche e linguistiche, nonché ai problemi della società contemporanea, ispirando la propria attività all’affermazione e alla difesa dei valori della civiltà, alla luce dei principi e della tradizione cristiana.
In questo contesto viene istituito, dal Consiglio direttivo dell’Istituto di Studi Politici San Pio V, l’OSLE – Osservatorio sulla Legalità – con l’intento di dare continuità e maggiore visibilità all’attività di ricerca e analisi dell’ Istituto sui temi della legalità, al fine di favorire la crescita del senso di consapevolezza collettiva intorno a principi e questioni di natura etica e giuridica.

‘Diritto e Legalità’ è il punto di arrivo di un intenso impegno svoltosi presso il Dipartimento di Scienze Politiche della Federico II, nato dall’intuizione dei docenti prof. Giuseppe Acocella (Coordinatore dell’ OSLE), prof. Matteo Pizzigallo (Rappresentante dell’Istituto S. Pio V) e il dott. Franco Vittoria (Coordinatore scientifico del progetto), in sinergia d’intenti e coordinamento strategico con la Rappresentanza Studentesca, il ciclo di convegni si pone come il punto di maturazione e d’incontro per parlare di legalità come oggetto di analisi, non riferendosi solo a quei contesti e comportamenti prettamente illegali, ma adottando una visione concettualmente più ampia di cultura della cittadinanza attiva e della partecipazione sociale: l’Università come palestra di cittadinanza.

amesciIl progetto prevede di conferire un premio ‘Testimone della Legalità’ e il coinvolgimento del comune di Casal di Principe rappresentato dalle sua figure istituzionali e degli istituti superiori. Verrà somministrato agli Studenti un questionario circa la loro percezione di legalità affinché sia possibile studiare il fenomeno attraverso un’indagine statistica. Gli studenti del quarto e del quinto anno, invece, con un breve elaborato risponderanno alla domanda ‘Cos’è la Legalità e come può salvare il Paese?’. I discenti che si distingueranno saranno premiati con una borsa di studio.
‘Obiettivo Legalità’ è lo slogan con cui la Rappresentanza Studentesca del Dipartimento ha deciso di intervenire e sostenere il progetto.

NESSUN COMMENTO