Perché il prezzo dei libri aumenta?

0
104
prezzo dei libri

Non è raro, investigando tra gli scaffali delle librerie, di sorprendersi guardando i prezzi delle nuove uscite dei libri: ultimamente le grandi case editrici hanno scelto la collocazione sul mercato in una fascia che va dai 18 ai 22 euro.

Abbiamo allora deciso di rivolgerci alle principali case editrici per cercare di capirne di più: abbiamo contattato Mondadori, Feltrinelli, Neri Pozza, Adelphi, Rizzoli, Sellerio, Einaudi, Fanucci, Guanda, Baldini Castoldi, Sperling&Kupfer, Bompiani, Marsilio, Chiarelettere, Hoepli, Longanesi, Il Mulino, Newton Compton e abbiamo rivolto loro quattro semplici domande su libri ed ebook.
La mail, giunta a tutti, è stata ad oggi letta dagli uffici stampa di Chiarelettere, cui è stata girata al direttore editoriale, Rizzoli, Feltrinelli, Bompiani e Guanda, cui è stata girata al direttore area digitale.

Abbiamo atteso risposta per due settimane, tra mail inoltrate dalle segreterie degli uffici stampa – che teniamo a ringraziare comunque per la cortesia, ben più apprezzata dell’essere ignorati – e contatti messi a disposizione sperando in uno scambio di battute telefonico o telematico, purtroppo invano.
Non sappiamo se la mancanza di risposte derivi dalla non conoscenza di questa testata oppure dalla non accondiscendenza delle domande, contrariamente all’uso di molti giornalisti “deboli coi forti e forti coi deboli”: sicuramente è giusto che i lettori di Libero Pensiero News siano messi al corrente delle domande che abbiamo posto agli editori e che non hanno ricevuto risposta, neanche di facciata.

  1. Il prezzo del libro sembra essere costantemente in aumento, fatta eccezione per alcune determinate collane di classici o di “inviti alla lettura”. Potete illustrare ai nostri lettori le componenti del prezzo di un libro?
  2. Un ebook, rispetto ad un libro cartaceo, permette all’editore di risparmiare perlomeno sulle spese di stampa e di distribuzione dei volumi, eppure spesso il prezzo è il medesimo, o la differenza di prezzo è minima. Come giustificate questo fatto agli occhi dei lettori?
  3. Negli ultimi anni il prezzo medio di un libro è aumentato dai 13 euro circa ai 15, per poi veleggiare negli ultimi mesi intorno ai 17, poi ai 19, raggiungendo anche i 22 euro per libri di narrativa, mentre difficilmente si troverà la saggistica al di sotto dei 10 euro. Perché il prezzo dei libri sta aumentando a vista d’occhio? Condividete la sensazione che il libro stia diventando un oggetto di lusso?
  4. Cosa spinge nuove figure come gli youtubers e gli influencers del web a tentare la fortuna sulla carta stampata, pur sapendo di riciclare parte del proprio repertorio in libri dal prezzo non indifferente, soprattutto in contrapposizione alla gratuità della rete che li ha fatti assurgere alla celebrità?

Fatta salva la prima domanda, alla quale qualunque editore avrebbe potuto rispondere senza imbarazzo che esistono i costi dei diritti d’autore, di stampa, di distribuzione, di marketing, di editing del testo, di impaginazione, talvolta di traduzione, ed anche un margine di profitto apprezzabile, l’interrogativo è se le restanti tre domande siano davvero così scomode.

La mancata risposta alla seconda domanda, tenendo presente l’identità del prezzo, implicherebbe spese pressoché irrilevanti per la stampa e la distribuzione, ridicolizzando i costi di carta, inchiostro, rilegatura, trasporto e stoccaggio delle copie fisiche dei libri, ma sappiamo che non è così: semplicemente un ebook consente agli editori di massimizzare i profitti.
La massimizzazione del profitto è anche la spiegazione più semplice alla terza domanda sull’aumento del prezzo: una ulteriore chiave di lettura sociologica pone il fatto come un progressivo allontanamento forzato della persona dalla cultura, e l’omologazione a determinati testi ai quali l’accessibilità è maggiore.
Alla quarta domanda non siamo in grado di fornire una risposta: sarebbe lecito aspettarsi, dopo aver pagato profumatamente, un qualche contenuto extra, ma spesso e volentieri questa quantità di fantasia che ci si aspetta dai libri delle celebrità novelle è mancante.

Le nostre domande sui libri ed i loro prezzi, tuttavia, rimangono aperte: se qualche editore volesse cimentarsi a rispondere le nostre mail sono a disposizione.

Simone Moricca

NESSUN COMMENTO