CPS Napoli: Saggese nuovo Presidente

0
93

E’ Vittorio Saggese, studente di Castellammare di Stabia con 60 voti,  il nuovo presidente della Consulta provinciale degli studenti di Napoli per l’anno 2015/2016. Saggese succede a Pietro Montesarchio, il quale era subentrato a Gabriele Turco, dopo un breve interregno di Mario Sansone.
Oltre al presidente è stato eletto anche il nuovo ufficio di presidenza che pertanto sarà così composto: Vittorio Saggese (presidente), Chiara Primavera ( I vicepresidente) e Alessandro Ruslan Fusco (II vicepresidente).
Qualche tensione durante plenaria dovuta alla scadenza per presentare domanda per candidarsi alla presidenza.  In ogni caso, dopo un’attenta valutazione l’ufficio di presidenza uscente, in accordo la referente CPS, Prof.Margherita Pappalardo ha ritenuto opportuno dare la possibilità a tutti gli studenti di candidarsi, nonostante le iniziali scadenze fissate.

saggese
in foto, Vittorio Saggese

«Vorrei innanzitutto ringraziare coloro i quali hanno riposto in me fiducia e spero che questa possa essere ripagata nel migliore dei modi – dichiara il neo presidente, Saggese. Ho deciso di mettermi in gioco nel momento in cui ho notato che si stava venendo a creare una situazione poco piacevole. Considero l’organo della Consulta provinciale degli Studenti una grande opportunità di crescita. Stiamo mettendo in campo già tantissimi partenariati sia con enti pubblici che privati perchè puntiamo a crescere come anche come immagine.
Ho chiesto che la prossima assemblea della Consulta si svolga a Castellammare di Stabia, presso il mio istituto (Don Luigi Sturzo) proprio per portare la Consulta anche nelle provincie. Abbiamo numerosi progetti ed idee al vaglio e speriamo di fare grandi cose in futuro per gli studenti di Napoli e provincia».

«Siamo felici del nuovo ufficio di presidenza creatosi, frutto di un voto di popolo ed attueremo una vera democrazia in questa Consulta» – aggiunge Chiara Primavera, nuovo vicepresidente.
«Faccio i migliori auguri ai nuovi eletti – dichiara il presidente uscente, Pietro Montesarchio – sperando che la Consulta possa lavorare ancora meglio degli ultimi anni per costruire qualcosa per gli studenti che rappresentiamo».

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteSolfatara: a Novembre visite al chiaro di luna
Articolo successivoBataclan, ecco perché era un bersaglio
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO