Salerno – poesie e murales nel cuore del centro storico

0
92

Venerdì mattina è stata presentata nel salone del Gonfalone del Comune di Salerno, un’iniziativa da parte dell’associazione artistico-culturale Alfonso Gatto, che consisterebbe nell’abbellire i muri e le strade del centro storico con murales e poesie per celebrare il poeta e scrittore salernitano. Muri d’autore, questo il titolo del progetto, prevede una sorta di street art in versi per omaggiare la figura del poeta Gatto e di molti altri, tra cui Pierpaolo Pasolini, Salvatore Quasimodo ed Eugenio Montale. Il fulcro dell’opera si svilupperà nelle strade del quartiere Fornelle, vero e proprio cuore del centro storico.

Come spiega il presidente dell’associazione, Filippo Trotta, oggi sono giunti a Salerno moltissimi writers, i quali lavoreranno fino alla metà del mese di dicembre e, terminate le festività natalizie, continueranno fino a primavera per portare un po’ di colore e vivacità in quei vicoletti “spenti”, ma soprattutto per far rivivere arte e poesia partendo dal rione più antico del centro storico.

AlicePasquini_SalernoIT3_PhotoDarioSalzanoUna simile iniziativa, sempre per merito dell’associazione Gatto, si era già tenuta circa un anno fa, precisamente il 14 ottobre 2014, quando una street artist di Roma, Alice Pasquini, aveva messo il suo straordinario talento a disposizione della città, colorando e abbellendo la grande scala che collega via Velia con il rione “Mutilati” attraverso una serie di disegni e graffiti i quali, anche in quell’occasione, hanno avuto lo scopo principale di omaggiare il poeta ermetico, figura che ha sempre contraddistinto la città e l’intera regione.

Il murales, diviso in più parti, raffigura una ragazzina che stringe tra le mani un mappamondo, un girotondo di bambini, barche a vela e un colibrì, chiari simboli di libertà, uguaglianza ed espressione di cosmopolitismo, sentimento sempre vivo nel cuore dei giovani, i quali si sentono veri e propri cittadini del mondo, e non perdono mai occasione per dimostrarlo.

Non ci resta che attendere qualche mese per poter ammirare le future opere nel rione Fornelle, le quali diventeranno presto un omaggio permanente al grande Alfonso Gatto da parte della sua città natìa.

Maria Iemmino Pellegrino 

NESSUN COMMENTO