Il 20 novembre Pomigliano in piazza. Gli studenti: ”Chiediamo scuole migliori e ci opponiamo al biogassificatore”

0
85

”Pomigliano è una priorità”. Così parlava, il consigliere comunale e metropolitano di Napoli con delega all’edilizia e alla programmazione scolastica, Salvatore Pace, in un’intervista rilasciata a Libero Pensiero News, a fine agosto, in merito alla costruzione della ”famosa” Cittadella scolastica a Pomigliano D’Arco, che dovrebbe ospitare gli istituti Cantone ed Europa.

La vicenda purtroppo, nonostante le rassicurazioni di Pace, non sembra vedere ancora la luce. Da quasi 12 anni infatti – denuncia  l’Uds Pomigliano – gli studenti del Liceo Cantone e dell’istituto Europa sono costretti a svolgere le attività didattiche all’interno di strutture in condizioni precarie. Strutture che, essendo edifici finalizzati alla civile abitazione non sono adatti all’utilizzo scolastico degli stessi, anzi tale condizione degli edifici recano disagi sia amministrativi che pratici per le scadenti dimensioni delle aule e le inagibilità di alcune parti degli edifici stessi, spesso anche sprovvisti di spazi di aggregazione come auditorium e di spazi per lo svolgimento di attività di laboratorio, scienze motorie ed attività extra-curriculari.

Il progetto di ‘Cittadella Scolastica’ – prosegue l’Uds – fu finanziato dall’ex Provincia di Napoli, attuale Città Metropolitana con una spesa di bilancio pari a 17 milioni di euro. Dopo quasi dodici non sappiamo ancora le sorti del progetto e non sappiamo che fine abbiano fatto i soldi previsti per il progetto. A fronte delle nostre richieste ne l’attuale amministrazione, ne’ quella che fu autrice della delibera del progetto si sono preoccupati delle nostre problematiche in materia, ne’ tanto meno di risponderci.

Nel mirino del sindacato studentesco anche il costo del fitti elevato che la Città metropolitana paga a privati per le sedi succursali del liceo Imbriani e dell’istituto Serao.
«Due anni fa all’istituto Serao si è staccata una parte del cornicione esterno del cortile rischiando di cadere sulla testa di una studentessa – dichiara Chiara Primouomo, rappresentante del Serao. Il sindaco di Pomigliano D’Arco – continua – durante l’arco della sua campagna elettorale con il motto ”Pò migliora, può migliorare” ha sempre sostenuto che la nostra città può e deve migliorare. Ora mi chiedo dove sono i 17 milioni di euro che furono stanziati nel 2004 per la costruzione della Cittadella? Il 20 scendiamo in piazza per un reale riscatto alle scuole di Pomigliano».

Oltre alla vicenda della Cittadella, gli studenti contestano alla maggioranza anche la volontà di costruire il biogassificatore nei pressi del licei Imbriani.
«Noi studenti di Pomigliano – dichiara Vincenzo Di Buono, cordinatore dell’Uds Pomigliano – abbiamo deciso di scendere in piazza, questa volta, per motivi concreti che ci riguardano stettamente da vicino. Fin ora, senza far nulla, siamo stati complici del disimpegno di quest’amministrazione comunale e dell’area metropolitana riguardo i problemi di edilizia. La nostra lotta pee ottenere ciò che ci spetta è appena iniziata: per scuole migliori, in opposizione al biogassificatore»

biogassificatore

Pasquale DeLaurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteG20, parte la lotta al terrorismo
Articolo successivoAl via OrientaSud: meno Neet con orientamento, formazione e inserimento al lavoro
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO