Grumo Nevano, M5S in piazza contro il sindaco

0
223
manifestazione grumo nevano

Mattinata turbolenta a Grumo Nevano dove, nonostante una pioggia incessante, è andata in scena la marcia per la legalità organizzata dal MoVimento 5 Stelle in merito alla triste vicenda che ha colpito la maggioranza del sindaco Pietro Chiacchio.

I manifestanti, non tutti appartenenti al meetup grumese ma anche ad altri meetup e, addirittura, da altri gruppi politici, hanno percorso Viale della Rimembranza e Via Duca D’Aosta arrivando in Piazza Domenico Cirillo al grido di “Onestà” e “Fuori la mafia dallo Stato“. I manifestanti, circa una centinaio, hanno chiesto a gran voce le dimissioni del sindaco Chiacchio, reo di aver candidato una persona condannata per fatti gravissimi: Marianna Ranucci, condannata lo scorso 27 Marzo, prima della presentazione delle candidature, a 2 anni e 6 mesi di reclusione per favoreggiamento. Ranucci, infatti, ha aiutato il compagno, all’epoca dei fatti latitante e condannato al 416 bis, coprendone la fuga e producendo documenti falsi per permettergli di scappare in Spagna.

Presenti alla manifestazione i consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle, Giuseppe Ricciardi e Carmela Mormile, e i consiglieri di opposizione Gianco Di Bernardo e Tammaro Faccenda. Ricciardi, come già aveva fatto in consiglio comunale, ha lanciato un appello semplice al sindaco e alla sua maggioranza: “Per amore del nostro popolo dimettetevi, voi non avete più la credibilità politica ed etica per rappresentare i grumesi“, ha chiesto Ricciardi, citando Don Peppino Diana. Sulla stessa lunghezza d’onda la sua collega Mormile, che non le manda a dire, collegando i “456 voti della consigliera Ranucci alla camorra e ai suoi interessi“.

Il consigliere Di Bernardo, invece, ritiene la vicenda Ranucci “la dimostrazione della commistione dell’amministrazione Chiacchio con la Mafia“, chiedendo poi ai cittadini di “sostenere l’opposizione nella sua opera di protesta contro questa amministrazione immobile ed evidentemente incapace a governare“. Molti i cittadini in rappresentanza dai meetup delle altre città e numerose le dimostrazioni di “solidarietà alla città di Grumo Nevano“.

Marianna Ranucci, miss 456 preferenze, é una consigliera comunale di maggioranza decaduta perché condannata a due anni e…

Posted by Luigi Di Maio on Sabato 21 novembre 2015

Un’ordinaria domenica mattinaFuori la mafia dallo Stato

Posted by Sergio Puglia cittadino portavoce al Senato on Domenica 22 novembre 2015

La vicenda grumese ha creato non poco clamore negli ambienti grillini, con parlamentari di spicco che hanno commentato la vicenda sui vari social network e molti altri che sono arrivati in città. Tra questi c’è Gennaro Saiello, eletto consigliere regionale lo scorso 31 maggio. Il giovane consigliere è accorso “per lanciare un messaggio di legalità e chiedere al sindaco di prendere una posizione di responsabilità verso la città, tradita con l’elezione di una condannata per fatti gravi. Il sindaco deve dimettersi, rimettere il mandato nelle mani dei cittadini e ridare dignità alla città e ai suoi abitanti“. Arrivato con un po’ di ritardo anche il Senatore Sergio Puglia che ha spiegato che “bisogna stabilire un confine tra legalità e illegalità, tra chi vuole continuare a sostenere chi è stato eletto con i voti di una persona condannata e persone di buona volontà che si dimettono per portare avanti i valori di legalità. E quindi faccio un appello semplice: Fuori la mafia dalle istituzioni, ai giovani consiglieri dico di lasciare stare questa gente perchè queste vicende sporcano l’anima e le mani“.

Francesco Di Matteo

NESSUN COMMENTO