Marano – Gli studenti occupano l’Istituto Carlo Levi

0
215

Nonostante l’opera di persuasione messa in atto dai carabinieri nella giornata di Lunedì mattina, gli studenti dell’Istituto Carlo Levi di via Giovanni Falcone, 105 a Marano di Napoli hanno ugualmente deciso di occupare la scuola, nella giornata di Martedì mattina.

La scuola era già entrata in stato di agitazione da Sabato scorso.
”Occupiamo contro la Buona Scuola di Renzi” – spiegano gli studenti. ”Nei prossimi giorni organizzeremo diverse attività formative. Vogliamo riflettere anche di quello che sta succedendo dopo l’attacco a Parigi del 13 novembre. Bisogna formare menti pensanti e non semplicemente scatole vuote da riempire con programmi nozionistici”.

Tra la problematiche sollevate dagli studenti anche le scarse condizioni igieniche in cui versa l’istituto dopo il cambio della ditta preposta, la quale ”invia poco personale per pulire”.
”La sede centrale è in discrete condizioni, mentre la succursale presenta diversi problemi: dal tetto pericolante che gocciola, alle mura spaccate che al transito dei veicoli vibrano. Abbiamo contattato anche la Città metropolitana, la quale ha promesso la costruzione e la consegna di nuove aule, ma sono anni che ascoltiamo, ma puntualmente non cambia nulla.
Negli anni passati nella nostra scuola abbiamo organizzato forme di autogestione o cogestione. Quest’anno abbiamo deciso di agire diversamente”

carlo levi 2I carabinieri hanno già provveduto a prendere i nominativi dei partecipanti all’occupazione, ma gli studenti non si dicono intimoriti dalla cosa: ”Conosciamo i rischi ai quali stiamo andando incontro soprattutto dal punto di vista penale, ma nonostante ciò, non intendiamo interrompere la nostra protesta”.

Dopo le scuole di Giugliano entrate la scorsa settimana in stato di agitazione, a Marano gli studenti non intendono assolutamente restare a guardare e lanciano un segnalo chiaro al paese:”la Buona Scuola di Renzi non è gradita da queste parti”.

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteKamel Daoud: “Le radici dell’Isis sono in Arabia”
Articolo successivoSciopero treni 26/27 Novembre a Napoli: tutte le info
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO