Sinistra Italiana a Napoli: ”Sosteniamo De Magistris. Ripartire dall’esperienza di Napoli per rilanciare la Sinistra”

0
317
Sinistra Italiana a Napoli: tutti con De Magistris
Sinistra Italiana a Napoli: tutti con De Magistris

Rilanciare la Sinistra passa inevitabilmente per Napoli e per la conferma del sindaco uscente, Luigi De Magistris.

Ne sono convinti Vendola e Fratoianni e gli ex PD Fassina e Cofferati, i quali, a margine del convegno organizzato nella giornata di ieri alla Domus Ars, hanno più volte ribadito il loro sostegno per l’ex Pm.

Sergio Cofferati, ex segretario generale nazionale della Cgil, dice: «Decideranno i gruppi dirigenti locali se partecipare alle primarie del centrosinistra o meno. Le alleanze si fanno sui programmi e sulla credibilità dei candidati. Il nuovo soggetto politico deve avere un ambizione legata a valori di riferimento».

Poi la stoccata agli ex amici PD: «Il Partito Democratico non è più di sinistra. Ha rinunciato ai suoi valori fondativi, basti pensare al Jobs Act, alla Legge di Stabilità, alla cancellazione dell’articolo 18, della Riforma della Scuola».

A Libero Pensiero News, Cofferati spiega cosa fare per uscire dalla crisi: «Il tema principale per l’Europa è la crescita. L’Europa ha bisogno di strategie per far crescere l’economia dell’Unione. Questa strategia oggi non c’è. Prendiamo atto che il rigore ha prodotto danni e nessun vantaggio, ma tuttavia non c’è ancora una linea per superarlo. Bisogna riscrivere il trattato. La Legge di Stabilità, in tal senso, non da una risposta ai più deboli».

L’On. Nicola Fratoianni, Coordinatore Nazionale di Sel e membro di Sinistra Italiana è stato intervistato in esclusiva da Libero Pensiero News:

Fratoianni, Sinistra Italiana può essere il nuovo progetto di Sinistra che aggrega tutto il popolo di sinistra?
È quello che stiamo provando a fare. C’è bisogno di sinistra perchè nel paese le cose vanno sempre peggio. La povertà aumenta, i diritti si restringono, il sistema dell’istruzione vacilla. Pensiamo che ricostruire la sinistra significa mettersi a disposizione facendo tutti un passo indietro.

Per le amministrative, a Napoli come a Torino?
Sosterremo certamente il sindaco De Magistris. Diamo un giudizio molto positivo al suo operato, nonostante le politiche sciagurate del Governo nazionale che hanno completamente dimenticato il Sud.

Sulla lettera dei 3 sindaci?
Dico con grande rispetto ed amicizia che il centrosinistra non può essere una nostalgia, né una paura. Chi sta al Governo fa politiche sbagliate. Dobbiamo cambiare quelle politiche.

In che modo bisogna ripartire dal Sud e dall’istruzione?
Investendo. Oggi in questo paese c’è un sistema premiale per le università che condanna strutturalmente le università del Mezzogiorno a restare indietro. Il sistema scolastico è drammaticamente non incentivato, Renzi aveva promesso di intervenire strutturalmente nelle scuole, come abbiamo visto si è trattato dell’ennesima promessa mancata.

I nostri microfoni hanno poi avvicinato il sindaco De Magistris: «Napoli sta costruendo un progetto politico diverso, alternativo ed autonomo. È importante che la sinistra si rinnovi e sia più vicino alla gente e alle persone che hanno bisogno. Il laboratorio Napoli, negli ultimi 4 anni si è battuto dando dignità ad un popolo senza soldi, nonostante l’austerità ed il Governo. Ringrazio del sostegno Sel, sta crescendo la connessione e la sinergia con la città. Napoli sarà alternativa, rispetto alle elezioni di Torino e Milano. A Napoli con il Partito Democratico non c’è assolutamente possibilità di dialogo».

Il rapporto di De Magistris con il Movimento Cinque Stelle?

Dialoghiamo molto con il popolo del Cinque Stelle. Abbiamo battaglie simili. Loro dicono no alle alleanze, ma prima di dire dei no bisogna provare a dialogare contro il sistema. Non considero i Cinque Stelle avversari. I sindaci Cinque Stelle non hanno ancora fatto l’acqua pubblica, Pizzarotti ha addirittura mantenuto gli inceneritori. Noi senza soldi abbiamo cambiato verso, ma non abbiamo l’ergenza rifiuti. Prima di dire dei no, bisogna dialogare.

Pasquale De Laurentis
Luca Mullanu
Fotografie a cura di Antonio Volpe

[Best_Wordpress_Gallery id=”75″ gal_title=”12 dicembre Sinistra Italiana”]

NESSUN COMMENTO