Termosifoni spenti – Studenti ancora al freddo

0
212

Nonostante le rassicurazioni giunte nei giorni scorsi della Città metropolitana e dall’Ing.Camerlingo, gli impianti di riscaldamento, in diversi istituti superiori, ancora non sono entrati in funzione lasciando quindi gli studenti e i docenti al freddo nelle rispettive classi.

Nella mattina di ieri sono diverse le scuole di Napoli e provincia che hanno scioperato.
Nel dettaglio alcuni scatti giunti nella nostra redazione:

Istituto superiore, Sandro Pertini di Afragola
pertini

Liceo Salvatore Di Giacomo di San Sebastiano al Vesuvio
Di giacomo

Liceo Scientifico Brunelleschi di Afragola
brunelleschi

Itc Don Luigi Sturzo di Castellammare di Stabia
sturzo

Alessio D’Auria, rappresentante degli studenti dell’Itc Luigi Sturzo dichiara: «Stiamo scioperando da due giorni a causa della mancata entrata in funzione dei riscaldamenti. Abbiamo sollecitato la nostra dirigenza a far pressione affinchè la situazione si risolva. Ci hanno riferito che si tratta di un problema della ditta e non della Città metropolitana. Non riusciamo, tuttavia a trovare una spiegazione plausibile del perchè in alcune scuole i riscaldamenti sono in funzione, mentre da noi no. Lunedì mattina abbiamo deciso di entrare anche per rispetto dei nostri docenti, ma continueremo a protestare nelle classi».
Vittorio Saggese, Presidente della Consulta provinciale degli Studenti di Napoli promette massimo impegno da parte della CPS per cercare di risolvere la vicenda, nonostante non rientri nelle funzioni esercitate della Consulta.

Hanno scioperato anche il Liceo Armando Diaz di Ottaviano, il Liceo Armando Diaz di Terzigno e il Liceo Gandhi di Casoria.

Stando a quanto hanno dichiarato dalla Città metropolitana, domani dovrebbe essere completata la copertura dell’entrata in funzione di tutti i riscaldamenti nelle scuole.

– PER SEGNALAZIONI CONTATTA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK –

NESSUN COMMENTO