Mezzi pubblici gratuiti per gli studenti. Come fare?

0
936
regione campania

Dal 1° giugno 2016, grazie ad uno stanziamento da parte della Regione Campania di 15,6 milioni di euro, gli studenti fino ai 26 anni potranno viaggiare gratuitamente sui mezzi di trasporto. Questo varrà anche per chi ha già acquistato l’abbonamento annuale a settembre 2015.

Come si ottiene l’abbonamento gratuito?

Presso gli sportelli del consorzio UnicoCampania bisogna presentare:

  • il certificato di residenza e di iscrizione a scuola o all’università (dato che la Regione finanzierà l’abbonamento per il tragitto da casa a scuola/università);
  • il modello ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) del nucleo familiare: sono ammessi al beneficio tutti gli studenti il cui reddito ISEE familiare sia inferiore a € 35.000, che corrisponde mediamente ad un reddito lordo familiare di circa €100.000.

Inoltre, la Regione Campania, riferendosi alla scelta della consegna del modello ISEE, ha specificato:

“Si tratta della quasi totalità della popolazione scolastica, ossia circa il 95 per cento”.

regione campaniaRestano ugualmente attivi gli sconti sul biglietto già previsti per gli studenti, le categorie disagiate e le forze dell’ordine.

Dunque, un’agevolazione questa non indifferente per i giovani pendolari costretti a spendere fino a 7 euro al giorno solo per i trasporti pubblici.

Quali sono i benefici dei trasporti gratuiti per gli studenti?

Con la cosiddetta tariffa zero a trarre profitto da questa agevolazione non sono solamente i ragazzi. Infatti possiamo individuare alcuni benefici per l’intera comunità:

  • benefici per l’ambiente: riduzione dell’inquinamento scoraggiando l’uso delle automobili; diminuzione del riscaldamento globale;
  • benefici per la comunità: rendere il mezzo di trasporto accessibile a chi ha un reddito basso e non ha la possibilità economica di viaggiare giornalmente;
  • benefici commerciali: incremento del flusso di persone e, di conseguenza, aumento delle vendite per i commercianti.

Ilaria Cozzolino

CONDIVIDI
Articolo precedente“Il Gattopardo” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa
Articolo successivoEx Opg: nasce l’ambulatorio popolare
Ilaria Cozzolino nasce a Napoli il 24 novembre 1993. Dopo aver conseguito il diploma al Liceo Linguistico, continua il suo percorso di studi all'Accademia di Belle Arti di Napoli al corso di Fotografia-Cinema-Televisione. Dall'età di 21 anni espone come artista presso la galleria di arte contemporanea "A01" di Napoli e, in seguito, presso la Serrao Gallery di Parigi. Da marzo 2015 collabora come coordinatrice e redattrice per Libero Pensiero News.

NESSUN COMMENTO