Garanzia Giovani fa un bel regalo ai tirocinanti: Natale senza stipendio

0
89
Garanzia Giovani Campania
Garanzia Giovani Campania

Non si può certo dire che la Regione Campania sia stata molto benevola, con le centinaia di ragazzi coinvolti sul territorio nel progetto Garanzia Giovani.

Alle porte del Natale, invece della neve, a fioccare sono le lamentele e le segnalazioni in merito alla mancata erogazione del contributo mensile (500 euro, ndr) da parte dell’INPS ai tirocinanti attivi nei progetti.

Dopo mesi di stenti ed incertezze, il percorso attuativo di Garanzia Giovani sembrava finalmente essersi messo in rotta verso la stabilità. A tal fine, giova ricordare appena una settimana fa la notizia dell’arrivo di un’ulteriore tranche di fondi da 20 milioni, che la Regione avrebbe dovuto utilizzare per consentire al progetto di raggiungere il pieno regime.

Nelle scorse settimane, inoltre, il consigliere del PD Antonio Marciano aveva più volte, attraverso comunicati stampa, espresso soddisfazione per il modo in cui il Governo regionale si era fin da subito adoperato per porre fine ai disagi e colmare i ritardi nelle tempistiche attuative del progetto.  

Tutto inutile, nulla da fare. I pagamenti ai tirocinanti, nel mese di dicembre, non sono stati effettuati e la pagina facebook di Garanzia Giovani Campania è stata letteralmente presa d’assalto da numerosi ragazzi che, oltre a chiedere spiegazioni, si scagliano contro la mala gestio del progetto e la cinica crudeltà con cui, proprio in coincidenza del Natale, il contributo mensile è stato sospeso.

Ai centralini è un continuo rimpallo di responsabilità fra l’ente, l’INPS e la Regione nelle fattezze dell’ARLAS, l’ente regionale per la formazione e l’istruzione: c’è chi non è in grado di fornire spiegazioni, chi accenna timidamente a problemi, chi assicura che entro i primi di gennaio la situazione verrà ripristinata. Ma il malcontento cresce e nonostante i comunicati trionfanti, l’unica certezza acquisita è la profonda amarezza dei tirocinanti lasciati senza soldi. E di quei fondi, al momento, nessuna traccia.

Un brutto segnale da parte del governo targato De Luca, all’indomani di un’altra iniziativa tesa a favorire i giovani, quella sul trasporto pubblico gratuito.

Emanuele Tanzilli

NESSUN COMMENTO