Salerno, i figli del defunto Natella donano fondi alla mensa dei poveri

0
90

Settecentoventicinque euro è la somma che la famiglia Natella ha raccolto e destinato al refettorio gestito da Mario Conte.

Lo scorso 23 Dicembre, nel corso delle esequie successive alla morte di Peppe Natella, demiurgo del Teatro dei Barbuti e della Fiera del Crocifisso ritrovato, così come di altre mostre nel centro storico salernitano, la famiglia ha allestito nella Cattedrale di Salerno una cassetta per donazioni destinate alla mensa dei poveri.

Il Sindaco f.f. di Salerno Vincenzo Napoli, in quell’occasione, aveva dedicato alcune parole al defunto:

«Se ne va un uomo semplice, un gentiluomo, un grande animatore della vita culturale cittadina, la cui storia è indissolubilmente legata alla rassegna dei Barbuti e alle tante iniziative ormai entrate a far parte a pieno titolo della tradizione salernitana. Il suo entusiasmo e il suo coraggio resteranno per sempre nell’animo di coloro che lo hanno conosciuto e in quegli eventi che Peppe Natella ha ideato e che, ne siamo certi, continueranno ad animare il centro storico cittadino, di cui è stato e resterà un assoluto punto di riferimento.»

Così, la figlia Chiara, commenta la ricevuta del versamento:“Quello che tu avresti voluto”.peppe_natella_mensa_dei_poveri

Centinaia di persone (commercianti, amici, familiari) hanno preso parte alla funzione, che è stata celebrata dall’arcivescovo Luigi Moretti, amico del defunto Natella.

 

La scelta della famiglia di non voler fiori ma piccoli omaggi da poter donare ai bisognosi sottolineano l’animo umile che ha contrassegnato in vita il carattere attento ed interessato di Peppe Natella, nei confronti della cultura e della socialità, da grande animatore, quale era, della scena artistica e della tradizione salernitana.

 

Sara C. Santoriello

NESSUN COMMENTO