Come sappiamo, il gioco del calcio arriva in Italia negli ultimi anni dell’Ottocento: tra il 1887 ed il 1891 diverse formazioni si avvicendano a Torino, giungendo col dare vita all’International, poi con il 1893 compare il Genoa, mentre progressivamente sorgono nuovi club, come lo Sport-Club Juventus nel 1897 o il Milan nel 1899, e si distaccano sezioni calcistiche dalle società ginnastiche, come l’Udinese vincitrice del torneo di foot-ball della Federazione Ginnastica del 1896 o la Società Ginnastica di Torino (1897-1906).

La stessa Federazione Italiana del Football nacque a Torino nel 1898, grazie a tre società torinesi (FC Torinese, International FBC e Ginnastica Torino), due genovesi (Genoa CAC e Società Ginnastica Ligure Cristoforo Colombo), una milanese (SEF Mediolanum) ed una alessandrina (Unione Pro Sport Alessandria), e nello stesso anno si tenne la prima edizione del campionato italiano.

La Stampa, il quotidiano torinese, pubblicizza così il campionato nell’edizione di sabato 7 maggio 1898.

Foot-ball.

Domani avrà luogo al Velodromo Umberto I la Gran Gara di campionato nazionale al «Foot-ball».
Dalle ore 7 alle 10 vi saranno le gare d’eliminazione tra i Clubs: «Internazionale», «Torinese» e «Ginnastica» (sezione studenti) di Torino e il «Genoa Cricket e Athletic Club» di Genova.
Il pubblico è ammesso mediante 0.25 d’entrata.
Alle 19,20 la Gran Gara definitiva. Entrata 0.25, 0.40, palchi L. 1.

Nelle edizioni dei giorni seguenti il quotidiano torinese, che pure aveva sponsorizzato l’evento, non menziona più l’accaduto: è per nascondere il fatto che il torneo sia stato vinto dall’unica squadra non piemontese, il Genoa.
Pur senza la testimonianza de La Stampa, è stato possibile ricostruire il quadro degli incontri disputati domenica 8 maggio 1898.

Semifinali:
International 1-0 FC Torinese (Bosio)
Ginnastica Torino 1-2 Genoa (?; Dapples, Bocciardo)

Finale
International 1-2 Genoa d.t.s. (Bosio; Spensley, Leaver)

La formazione del Genoa, vincitore del primo campionato d’Italia, fu la seguente: Baird; De Galleani, Ghigliotti; Pasteur, Spensley, Ghiglione; Le Pelley, Bertollo, Dapples, Bocciardo, Leaver. All’epoca l’unico modulo era il 2-3-5, e non esistevano numeri di maglia.
È noto che l’International abbia indossato casacche bianconere a strisce verticali, mentre il FC Torinese era caratterizzato dalle strisce nere e oro, mentre la Società Ginnastica indossò una maglia blu cerchiata di rosso e il Genoa una divisa bianca.

Simone Moricca