#DomenicaAlMuseo: il 3 gennaio musei gratis

0
57
#DomenicaAlMuseo
#DomenicaAlMuseo

Sarà ancora una volta all’insegna della cultura la prima domenica dell’anno, pronta ad accogliere nei luoghi dell’arte turisti, curiosi ed appassionati:

domani torna difatti, l’appuntamento con una #DomenicaAlMuseo, l’iniziativa promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo grazie alla quale sarà possibile accedere gratuitamente ai musei e alle vaste aree archeologiche statali di tutta Italia.

#DomenicaAlMuseo

Il progetto, ormai in vigore da luglio 2014, ha ottenuto nei mesi precedenti esiti più che positivi, innescando nel tempo un processo di ripresa e di risveglio del sentimento culturale dei cittadini i quali si rivelano sempre più interessati alla conoscenza delle storie e dei tesori che hanno reso grande la nostra penisola. Si spera ovviamente di ottenere i medesimi risultati anche nel 2016: i dati degli anni scorsi ci rendono a tal proposito fortemente ottimisti, dal momento che risulta essere in crescita il numero di coloro che scelgono di aderire all’iniziativa trascorrendo la #DomenicaAlMuseo. L’entusiasmo è dunque, ancora tanto per la proposta del ministro Franceschini, data la continuità di successo di cui attualmente gode.

Per quanto riguarda la città di Napoli, tante sono le meraviglie architettoniche che domani 3 gennaio apriranno le proprie porte al pubblico liberamente, offrendo a quest’ultimo la possibilità di ammirarne opere, gioielli e arredamenti dal fasto eterno ed inimitabile: la Certosa di San Martino, il Palazzo Reale, Villa Floridiana e Castel Sant’Elmo saranno senza dubbio i protagonisti assoluti della #DomenicaAlMuseo tutta napoletana. Tra i complessi monumentali che attendono miriade di visite c’è però, anche quello di Villa Pignatelli che qualche giorno fa, dopo un restauro alquanto sbrigativo, è stata resa nuovamente accessibile ai visitatori.

#DomenicaAlMuseo

La Reggia di Capodimonte, uno dei colossi museali più belli di Napoli, proporrà invece percorsi di approfondimento sull’iconografia della Natività e dell’Epifania, dando particolare rilievo alle due collezioni d’arte presepiale ubicate nel maestoso edificio. Alle ore 16:30 sarà inoltre possibile assistere gratuitamente alla briosa performance del coro “I Vandalia” che in passato ha già dato prova di saper interagire in maniera originale e profonda, tramite una sorta di approccio teatrale, con le opere esposte a Capodimonte e i loro temporanei ammiratori. Davvero incisiva e convincente è infine, la lettera del nuovo Direttore del Museo, Sylvain Bellenger che così sprona  napoletani e turisti a recarsi a Capodimonte in occasione della #DomenicaAlMuseo:

« “La musica prima di tutto…”
Scriveva Paul Verlaine in un famoso poema intitolato “l’Arte poetica”. Per questa ragione e soprattutto perché a Napoli più che in ogni altro luogo la musica è parte inscindibile della festa, al Museo di Capodimonte domenica 3 di Gennaio, la prima domenica del mese, gratuita in tutti i musei italiani, i visitatori saranno accolti dagli zampognari del gruppo Ancia Libera che diffonderanno le potenti sonorità di ciaramelle, zampogne e voce nelle sale del museo.                                      

Nella stessa giornata, dai pastori e musicisti in carne ed ossa, passeremo ai re magi della Natività, soggetto di tanti capolavori. A Capodimonte vogliamo che l’arte sia un piacere ludico, un’emozione profonda. Volete giocare con noi? Racconteremo perché i magi sono anche re, perché sono tre e da dove vengono. Come si chiamano e che cosa simboleggia la loro età. Lo storico dell’arte Carmine Romano parlerà del presepio offerto dalla famiglia Catello al Museo. Un presepe in cui i re sono vestiti come pasha turchi. Sapete perché i re magi seguivano le stelle? E perché adorano Gesù dopo gli zampognari che a Napoli sono come il profumo dell’arancio, il simbolo di Natale? Vi invito tutti a raggiungere, realmente o virtualmente, i giochi di Capodimonte, domenica 3 gennaio, come nuovo direttore vi accoglierò con tutta la squadra del museo per sapere da voi le vostre idee, i vostri desideri, i vostri sogni, anche quelli impossibili.

Buon capodanno, e tanti auguri di un felice anno nuovo per voi, per Capodimonte, per Napoli.»

Quindi, anche per questa prima domenica del mese, i musei partenopei e tutti gli altri sparsi per l’Italia si preparano ad abbracciare un’allegra folla di visitatori. Non ci resta che aspettare  domani e viverci a pieno una nuova #DomenicaAlMuseo.

Per l’elenco dei luoghi aperti e per ulteriori informazioni: www.beniculturali.it

Anna Gilda Scafaro

NESSUN COMMENTO