Il Sabato del Mercato: anno nuovo, stessi nomi

0
50
mercato ata executive milano

Il mercato ha ufficialmente aperto i battenti e le sorprese non si sono fatte attendere. La prima arriva da Bergamo: l’Atalanta ha infatti acconsentito alla cessione di Maxi Moralez, passato ai messicani del Club Leon. La Dea però, non è rimasta a guardare. Ha infatti tesserato Richmond Boakye, svincolatosi dal Roda e starebbe seguendo tre profili dall’estero: Idrissa Sylla (Anderlecht), Sam Larsson (Heerenveen) e Oussama Tannane (Heracles Almelo). Occhio però al mercato in uscita, perché Papu Gomez piace a molti club, anche se l’Atalanta non accetterà offerte inferiori a 7 milioni. Altro sacrificabile potrebbe diventare Alberto Grassi, sul taccuino dei dirigenti del Napoli. Anche Paloschi è nel mirino, ma servirebbe un ulteriore cessione.

Ritorna in Italia invece Ricky Alvarez. L’ex Inter, dopo la brutta esperienza al Sunderland e la rescissione del contratto, si è allenato con la Samp ed ha svolto le visite mediche di routine. Il tesseramento ufficiale dovrebbe arrivare a breve ed il fantasista argentino diventerà il primo dei regali sul mercato, annunciati dal Patron Ferrero. Altro nome, annunciato dallo stesso Ferrero, è quello di Kramaric, forse uno dei pochi scontenti nella favola Leicester City. L’asse Leicester – Samp non si ferma solo al croato: ai Foxes piace Pedro Pereira e sarebbero disposti a sborsare circa 10 milioni di euro. Sarebbe una grandissima plusvalenza, visto che l’esterno portoghese è arrivato quasi a zero dal Benfica, nello scorso mercato estivo. Occhio anche a Benalouane, anche lui in uscita dal Leicester.

Uomo mercato di questa sessione invernale è Giuseppe Rossi, in uscita dalla Fiorentina nella speranza di rilanciarsi, non solo in chiave Euro 2016. Smentita la voce che lo voleva di ritorno al Villareal, il Genoa sembra ora essere la squadra in pole per aggiudicarsi le sue prestazioni, ma la concorrenza di Bologna e Samp potrebbe essere più serrata del previsto. Dall’estero invece, richieste spagnole da Malaga e Betis.

Altro uomo mercato per il Genoa e non solo, Stephan El Sharaawy, che non ha convinto al Monaco ed è pronto a lasciare il Principato per tornare in Italia. La difficoltà sarebbe nelle cifre, poiché il giocatore interessa a molti ma nessuna squadra, nell’attuale mercato, sembra disposta a garantire i 13 milioni che i francesi dovevano dare al Milan per il riscatto del Faraone. La pista Genoa sembra la più percorribile, in secondo piano Bologna e Roma, questi ultimi, infatti, virerebbero sul classe ’92 solo in caso di mancato arrivo di Perotti.

Juventus e Napoli, invece, sono ancora impegnate sul fronte centrocampista. Il mercato bianconero è concentrato su Ilkay Gundogan, del Borussia Dortmund, ma la trattativa è complicatissima, perché il costo del cartellino del tedesco è molto alto. La Juve sembrerebbe disposta a rilanciare anche a 30 milioni; bisogna vedere quali saranno le intenzioni dei gialloneri. Il mercato azzurro si sta invece concentrando su Markus Henriksen (Az Alkmaar) e Davy Klaassen (Ajax). André Gomes è molto difficile, molto meno invece Alberto Grassi. Torna in auge per la difesa Maksimovic, pista però molto onerosa da seguire (25 milioni per strapparlo al Torino). Per il mercato in uscita, nessuna intenzione di cedere Gabbiadini.

Mercato rivolto alla difesa in casa Lazio e Fiorentina. I primi sono sulle tracce di N’Koulou, per il quale il Marsiglia chiede 8 milioni. Scendono invece le quotazioni di De Maio e Zapata. Il mercato in entrata potrebbe essere finanziato dalla cessione di Keita, seguito dal Monaco. La Viola invece continua a seguire Lisandro Lopez (Benfica) e Philippe Mexes (Milan) e spuntano anche i nomi di Heurtaux (Udinese) e Vidic (Inter). Per l’attacco, occhi puntati su Lucas Ocampos, in forza al Marsiglia.

Fonte news: calciomercato.it/Tuttomercatoweb.com

Andrea Esposito

NESSUN COMMENTO