Nel  Fantacalcio, si incontrano bonus malus, cioè punti a favore e sfavore. Per riceverne o non subirli, prima dell’asta d’inizio campionato, i fantallenatori attuano uno studio ben preciso, che si basa sia sugli obiettivi che qualsiasi squadra di Serie A si pone e sull’organico delle stesse. Quindi si ipotizza di dover puntare sui giocatori delle top squadre, anche perché i risultati fantacalcistici sono prettamente un gioco di calcoli matematici, qualche volta anche decimali, come nel caso delle ammonizioni, ma a cifra tonda positiva troviamo: gol fatti, assist, porta inviolata, rigori parati, media voto per ruoli superiore al 6. Mentre la cifra tonda negativa è più ristretta, infatti riscontriamo solo: espulsioni, ammonizioni, rigori sbagliati gol subiti. 

È proprio riguardo quest’ultimo malus che a molti fantallenatori è stato tirato un brutto scherzo, nel caso della Roma. La squadra della capitale, essendo vicecampione d’Italia e avendo concluso un acquisto ben mirato, prelevando Wojciech Szczęsny dall’Arsenal, voleva garantirsi un bel po’ di giornate calcistiche con porta inviolata. Ma il piano della Roma è decaduto trascinando con se molti fantallenatori, poiché il malus di gol subiti si è riproposto ben quattordici volte su diciotto, a volte anche in maniera doppia, influendo troppo nei risultati delle  varie competizioni. Ora sul banco d’accusa la critica si divide tra attaccare Garciache non utilizza tattiche adatte per la difesa, ed attaccare la società, che pensando di acquistare un ottimo portiere pensava di poter risolvere un problema già nato con la cessione di un ottimo difensore centrale quale Mehdi BenatiaLasciando troppe volte scoperto il povero portiere polacco, costretto a dover raccogliere fin troppo spesso la palla in fondo al sacco. Si spera in un mercato di riparazione più mirato al reparto difensivo per la società giallorossa, così da limitare la presenza di malus ed evitare, di conseguenza, la disperazione di migliaia di fantallenatori.

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteCalendario Tennis 2016
Articolo successivoAsilo Filangieri luogo di cultura: una vittoria di Napoli
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

NESSUN COMMENTO