A Napoli scoppia nuovamente la protesta degli ex Lsu

0
157
lsu
lsu

Dal prossimo 1 Aprile, termineranno gli stanziamenti finanziari per i lavori di decoro e questo, già da qualche giorno, ha fatto scattare le procedure di licenziamento da parte delle imprese. Sulla vicenda, da tempo è al lavoro la FILCAMS, con diverse iniziative, volte alla salvaguardia dei livelli occupazionali.

«Il 4 Dicembre scorso – dice Giovanni Nughes, segretario generale FILCAMS Napoli – con 3000 mila lavoratori siamo andati in Prefettura. In settimana abbiamo fatto un presidio contro il partito di Governo e prevediamo ulteriori iniziative anche con la Giunta regionale, poichè in Campania ci sono oltre 3200 lavoratori già in esubero su 5000 lavoratori. – Nughes poi annuncia una grande mobilitazione a Roma – Stiamo costruendo una manifestazione nazionale a Roma che si terrà molto probabilmente Febbraio».

«Sinistra Italiana – prosegue il segretario – ha già preso una posizione chiara chiedendo un’interrogazione parlamentare sulla nostra vertenza. So che presto lo faranno anche gruppi di Governo».

C’è da dire che effettivamente grazie al lavoro dei lavoratori socialmente utili è stato possibile mettere in sicurezza diverse scuole a rischio che oggi sono tornate ad essere luoghi di civiltà.

NESSUN COMMENTO