Il 19 gennaio, presso il palazzo delle Arti di Napoli (PAN), sarà inaugurata la mostra fotografica Naples 360 di Domenico Maschio.

Quest’ultima, patrocinata dal Comune di Napoli, sarà visibile fino al 30 gennaio. All’inaugurazione saranno presenti il Sindaco Luigi De Magistris, l’Assessore alla Cultura Nino Daniele e l’Assessore ai Giovani Alessandra Clemente. La mostra ospiterà anche il reportage fotografico Autumn in Sanità di Vincenzo Noletto, il quale ha lo scopo di spostare l’attenzione sul Rione Sanità per una riqualifica.

A seguire l’intervista a Domenico Maschio.

Come nasce il progetto “Naples 360”?

“A maggio dello scorso anno, mentre ero in compagnia di un’amica sul lungomare di Via Caracciolo, ho l’idea di creare un progetto fotografico a 360° per far conoscere la città: in ogni scatto una persona è ritratta nel suo posto preferito di Napoli ed una sua riflessione sul luogo scelto accompagna ogni fotografia”.

Naples 360

Qual è il messaggio che vuoi far trapelare dagli scatti?

“Lo scopo del progetto è quello di mostrare la città a chi non la conosce e farla rivivere a chi è dovuto andar via, attraverso emozioni e sentimenti di chi la vive ogni giorno. Ma soprattutto di far emergere le vere bellezze di Napoli e l’essenza della napoletanità, spogliate dai classici stereotipi, che non le rendono giustizia”.

I soggetti dei tuoi scatti sono le piazze della città partenopea. Che ruolo sociale possono svolgere le piazze inteso come luogo di aggregazione sia culturale che socioeconomico?

“Ad ogni persona chiedo di scegliere “il suo luogo preferito di Napoli” , non  una piazza, ma come hai potuto notare, la maggior parte dei giovani, scelgono le piazze. Le piazze sono punti di aggregazione per i giovani, luoghi di ritrovo, punto d’incontro di persone di diverse nazionalità e cultura, come per i ragazzi di ErasmusLand che hanno scelto Piazza Bellini come loro luogo simbolo. La piazza come luogo dove vivere i primi amori, come per Chiara; luogo dove concedersi una pausa e tornare a respirare come per Luca…insomma, tantissimi sono i ruoli che la piazza può ricoprire”.

Il sito di Naples 360

Ilaria Cozzolino

NESSUN COMMENTO