Fantabreak: 10 gol in 13 partite…Pavoloso!

0
162
fantabreak

In questa puntata di Fantabreak, ripetiamo un concetto già espresso negli articoli precedenti: per vincere al fantacalcio bisogna collezionare molti bonus, ed affinché accada ciò nell’asta iniziale si tende a voler far propri i giocatori delle big, ma i più esperti fantallenatori puntano anche, e soprattutto, sui giocatori delle squadre note per il proprio gioco offensivo. E in questa tipologia di gioco ritroviamo il Genoa, fucina di grandi talenti sia per il calcio giocato che per quello versione fanta. Basti ricordare le imprese collezionate da Marco Borriello, che in quel di Genova mise a segno 19 gol nella stagione 2007/2008. Oppure Diego Milito, che l’anno dopo realizzò ben 24 reti vincendo la classifica marcatori. El Principe andrà poi all’Inter, lasciando un’eredità pesante che non sarà mai ben raccolta, se non fino a questa stagione con Leonardo Pavoletti, il quale ha apportato il suo nome ben 10 volte nel tabellino marcatori in sole 13 partite, ricoprendo il terzo posto nella classifica capocannonieri.

fantabreak
Fonte: Yahoo Sports

Purtroppo Pavogol, a quanto pare, non potrà ambire per il titolo di capocannoniere; non per demeriti propri, ma per l’incredibile stagione del Pipita Higuaìn. Ma tutto ciò non sminuisce il periodo d’oro dell’italiano, che anzi tramite le sue meravigliose prestazioni si è meritato, con un abile gioco di parole, il soprannome Pavoloso. Non solo gol nella sua attuale stagione, ma anche ottime prestazioni per il suo lavoro sacrificale da centroboa d’attacco, che attira a se tutti i difensori avversari e favorisce le avanzate dei compagni di squadra, indipendentemente dal ruolo di questi ultimi. Candidandosi ad un posto nella lista dei papabili convocati per il campionato europeo di quest’anno, e forse chissà mantenendo questi ritmi proverà, a fare breccia nel cuore del c.t. Antonio Conte così che potrà anche strappare un biglietto per la Francia. Quindi, oltre ad augurare buon Fantabreak a tutti, in questa puntata facciamo anche un grande in bocca al lupo Leonardo. Facci sognare!

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteC’At accis à salut chiama a raccolta il popolo di Casalnuovo
Articolo successivoPapa Francesco, calcio e unioni: le Satire Wars della settimana
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

NESSUN COMMENTO