Birrificio Felgreo: birre artigianali della tradizione partenopea

0
471

Il 21 gennaio 2016 a Bagnoli apre il pub birreria che soddisferà i palati più esigenti, di chi non si accontenta della solita birra ed è amante dei sapori genuini e tradizionali. Il Birrificio Flegreo nasce dall’iniziativa di tre ragazzi di Bagnoli che non volevano aprire il solito pub, ma avevano in mente qualcosa di più: un luogo di degustazione per gli amanti della birra. E perché allora non provare a ricreare sapori nostrani? Ognuno ha messo a disposizione le proprie competenze ed esperienze per dar vita a questo progetto. Così Silvio , Peppe e Chiara, per molto tempo unica mastra birraia in Campania, danno inizio al progetto.

Il Birrificio Flegreo vende tre tipi di birre artigianali alla spina ispirate alla tradizione birraria partenopea: la Dieci una birra chiara dal sapore deciso dall’aroma della golden Ale, con chiaro riferimento a Maradona, il più grande giocatore del Napoli e il più grande giocatore del mondo; c’è poi la Kumata , una scotch Ale ambrata e infine la Waiassen, una weiss , vera novità del birrificio (il cui nome ricorda il termine vaiassa).

birrificio flegreo

Il Birrificio Flegreo è la dimostrazione che i prodotti enogastronomici sono ancora il punto forte della regione Campania. E non c’è da stupirsi se tre giovani ragazzi amanti della birra hanno deciso di aprire un birrificio proprio in Campania dove sono attivi ben 47 tra birrifici e beerfirm (cioè produttori di birra presso altri birrifici). Per Chiara Bolognino non è la prima esperienza in questo campo. Già nel 20013 apre a Scafati il Microbirrificio Lady B per poi decidere di portare avanti il suo sogno nel luogo in cui era nata, i Campi Flegrei. La passione di produrre birre nasce per Chiara nel 2004 dopo un viaggio in Belgio dopo il quale inizia prima a produrne in casa attraverso il metodo all-grain per poi ipotizzare l’idea di fare della sua passione l’attività di una vita. Dopo anni di esperienza in questo campo Chiara insieme a Silvio “l’homebrewer” e Peppe il barman autodefinitosi “beone da competizione” danno inizio all’avventura del Birrificio Flegreo.

Agnese Cavallo

CONDIVIDI
Articolo precedenteArresti per rapina a Nocera Inferiore
Articolo successivoFisciano, presentato il Piano triennale anticorruzione
Agnese Cavallo, nasce a Napoli il 14 novembre 1985. Da sempre appassionata di classicità, da quando il padre le raccontava i miti greci e l’Odissea in lingua napoletana, decide che la letteratura e le materie umanistiche saranno il suo futuro. Si iscrive, così, al Liceo classico Quinto Orazio Flacco di Portici (Na) e continua l’esperienza umanistica alla Facoltà di Lettere Moderne della Federico II di Napoli. Consegue la Laurea triennale nel 2013 con 103/110, presentando una tesi sull’opera di Francesco Mastriani “i Vermi. Studi storici sulle classi pericolose in Napoli”, importante giornalista e scrittore di feullitton napoletano di fine ‘800. Il giornalismo, infatti, è da sempre una passione e, quasi, una vera missione. Convinta che i giornalisti siano spesso persone lontane dalla realtà, pronti, più che alla denuncia alla gogna mediatica, nei suoi articoli preferisce una sana soggettività volta all’etica e al sociale anziché un’oggettività moralistica e perbenista. Nel febbraio 2012 inizia la sua esperienza con il giornale “Libero Pensiero” prediligendo il sociale, la cronaca, la cultura e anche la politica. Il suo argomento preferito? Napoli, tra contraddizioni e bellezza.

NESSUN COMMENTO