Disagi e cattive condizioni nelle scuole – Studenti in protesta

0
161

Corso giornalismo e nuove tecniche di comunicazione, organizzato dall’Unione degli Universitari (Udu Napoli), in collaborazione con la Testata Giornalistica Libero Pensiero News.
Pubblichiamo il I dei tre elaborati premiati dalla giuria composta dai giornalisti, Pasquale De Laurentis (Libero Pensiero News), Marco Sales (Agenzia stampa Omninapoli) e Peppe Pace (Fanpage)
.

Troppe iscrizioni al Liceo delle Scienze Umane di Monte di Procida e la soluzione più semplice o efficace pare sia stata quella di trasferire una parte dei ragazzi ad una nuova sede del Fusaro, frazione di Bacoli. Alcune classi del Liceo delle Scienze Umane, che non hanno trovato posto nella struttura di Monte Di Procida, non potevano seguire le lezioni nelle aule di Fisica e Informatica del Liceo Lucio Anneo Seneca sito in Torregaveta: la proposta è stata quella di riutilizzare quella già chiusa da due anni per problemi d’inagibilità.

Il primo Dicembre 2015 cominciano le proteste dei ragazzi perché la situazione non è affatto cambiata e sono costretti a studiare in un contesto insicuro e poco igienico. La struttura riaperta presentava: uscite di emergenza bloccate, presenza di cocci di vetro sparsi in diverse zone della scuola, finestre rotte, crepe nelle pareti e pessime condizioni igieniche. Durante la pacifica protesta si è recato sul posto anche il neo eletto sindaco di Bacoli, Josi Della Ragione, che, accertandosi delle condizioni e verificando le diverse problematiche ha promesso un appoggio ai ragazzi affermando anche lui dell’ impossibilità di tenere le lezioni.

Oggi, Mercoledì 2 Dicembre gli studenti hanno tenuto un sit-in nell atrio del Liceo di Torregaveta esponendo alla Preside, attraverso dei documenti, le varie problematiche esigendo da quest’ultima delle eventuali risposte. Sempre nella stessa giornata si sono recati nella scuola a Fusaro alcuni dipendenti del personale ATA dei due istituti per fare delle sommarie pulizie ed anche questa operazione è stata motivo di discussioni e disapprovazione. Giovedì 3 Dicembre si terrà un altro incontro tra Preside ed alunni per eventuali aggiornamenti e per sollecitare delle risposte non date nei giorni precedenti. Il giorno successivo, gli alunni terranno un incontro con i genitori anche loro seriamente preoccupati per le condizioni in cui i propri figli si trovano a studiare.

Vincenzo Scillia
2/12/2015

NESSUN COMMENTO