Unioni Civili: #svegliatiItalia

0
116

Le Unioni Civili verranno discusse tra pochi giorni in Senato e in tutta Italia sono state organizzate manifestazioni pacifiche e sit-in. A Salerno, la manifestazione è stata promossa dal Comitato Arcigay “ Marcella di Folco” per sensibilizzare il territorio e per far riconoscere diritti da sempre negati. Lo scopo è proprio di fare un passo verso l’uguaglianza, che in tutta Europa è stata raggiunta, mentre in Italia bisogna ancora svegliarsi. L’evento, infatti, è stato pubblicizzato con l’hashtag #SvegliatiItalia, sottolineando ancora una volta quanto l’Italia sia arretrata. L’appuntamento a favore delle Unioni Civili è alle 18.30 in tutte le piazze Italiane, a Salerno sarà in Piazzetta Barracano.

Ma non sono solo associazioni, organizzazioni Lgbt, partiti e sindacati a protestare. Da qualche giorno è stato pubblicato in rete un video che mostra una serie di persone famose –da Luca Argentero a Emma Marrone– e persone comuni, che pronunciano le parole “Si, lo voglio”, per dimostrare il loro appoggio verso le Unioni Civili, l’omosessualità e ogni altra forma di amore. Carlotta Cerquetti, la creatrice del video, ha tentato proprio di sottolineare questo aspetto: “L’amore riguarda tutti e tutte, senza esclusioni. E perché chi sceglie di amarsi sceglie di condividere gioie e dolori, in salute e in malattia, e ha diritti e doveri.”

Ma c’è anche l’altra faccia della medaglia. A protestare contro le Unioni Civili è stato organizzato un sit-in (al Corso Vittorio Emanuele) delle Sentinelle in piedi che manterranno il silenzio. Tanti giovani Gandhi? Almeno lui trovava la pace interiore, con il silenzio. Loro, invece, non molto: si professano tanto tolleranti e amorevoli ma, come recita un volantino del Family Day, tutti i fedeli sono tenuti ad opporsi al riconoscimento legale delle unioni omosessuali, negando alle persone che si amano di stare l’una accanto all’altra nel momento del bisogno, negando l’idea di amore stesso. Al Family Day, che si terrà il 30 gennaio, parteciperà anche Alessandra Mussolini, cosa alquanto paradossale, dati i trascorsi del coniuge dell’Onorevole. Il blogger Pinna ha subito scritto su Instagram “ Vorrei affrontare le avversità della vita con lo stesso coraggio con cui Alessandra Mussolini si presenterà al Family Day assieme a suo marito”. Nulla contro Dio né contro il Papa, che ha invitato i vescovi ad essere più misericordiosi nei confronti degli omosessuali, ma il loro fan club sta iniziando ad essere preoccupante.

Chi vincerà questa battaglia a colpi di sit-in?

Elena Morrone

NESSUN COMMENTO