Lega Pro: blitz della Casertana a Melfi

0
78
Casertana
Casertana

Grande prova di forza dei rossoblù nel diciannovesimo turno di Lega Pro. La Casertana si impone per 0-1 sul campo del Melfi ed allunga in classifica, seppur momentaneamente, su Foggia e Benevento. Gara non facile per i falchetti, non soltanto per il buon rendimento interno dei gialloverdi – ben 12 dei 18 punti totali conquistati tra le mura amiche – ma anche a causa delle tante assenze. Con Alfageme, Negro, Mancosu e Marano fuori causa formazione quasi obbligata per Romaniello che inserisce dal primo minuto De Marco e Pezzella. Per il resto gli uomini mandati in campo sono gli stessi del deludente ed immeritato pareggio di domenica scorsa contro il Catanzaro. Il Melfi risponde invece con il suo solito modulo di gioco, un 4-2-3-1 estremamente offensivo.

La Casertana inizia subito forte e al 4’ è Matute ad avere una buona occasione ma il suo tiro dal limite finisce di poco a lato. La partita è molto combattuta soprattutto nella zona centrale del campo ed il Melfi si affaccia dalle parti di Gragnaniello per la prima volta soltanto al 14esimo con un digonale di Longo. Al 16’ e al 18’ è il bomber De Angelis ad avere due ottime occasioni per portare avanti i suoi: prima con un gran botta che Santurro vola a deviare in angolo, poi con un delizioso tocco sotto che termina a lato di un soffio.  La Casertana insiste e finalmente al 32esimo riesce a sbloccare la contesa: è bomber De Angelis ad impattare perfettamente un bel cross dalla destra di Mangiacasale e a spedire il pallone in fondo al sacco. Ottavo centro stagionale per il 35enne attaccante nativo di Castellammare e rossoblù avanti. I casertani vanno vicini al raddoppio soli 4 minuti dopo grazie ad una conclusione ancora di De Angelis dopo un uno-due al limite dell’area di rigore con Jefferson. La prima frazione di gioco termina con la Casertana meritatamente in vantaggio. Nella seconda parte di gara nessuna delle due squadre riesce a creare particolari occasioni da rete. Il Melfi fa tremare la Casertana al 68esimo quando sugli sviluppi di un calcio piazzato il difensore  Cason svetta più alto di tutti e colpisce un clamoroso palo. La Casertana si limita ad amministrare il gioco cercando di colpire con veloci ripartenze. Nei minuti finali il Melfi si butta disperatamente in avanti in cerca del pari ma stavolta la Casertana rimane lucida e ben concentrata, respingendo bene ogni attacco avversario e portando a casa 3 punti fondamentali per la classifica.

Casertana dunque che ritorna alla vittoria dopo due pareggi beffa consecutivi e che allunga in classifica grazie alla sua quarta vittoria esterna stagionale  (secondo miglior rendimento del girone) portandosi a +5 e +6 rispettivamente su Foggia e Benevento. I pugliesi saranno impegnati quest’oggi sul campo del Catanzaro mentre gli “stregoni” avranno un turno molto più agevole, almeno sulla carta, dovendo sfidare tra le mura amiche il fanalino di coda Castelli Romani. Buona prova quella offerta oggi dalla capolista, capace di imporsi su un campo difficile e con molte assenze; i falchetti sono stati bravi a capitalizzare una delle poche occasioni avute nel primo tempo e soprattutto a difendere con ordine ed esperienza il vantaggio rischiando di fatto soltanto in occasione del palo colpito da Cason.

Il tecnico dei casertani Romaniello ha così commentato la prova dei suoi al termine della gara: “Era importante vincere. Bisognava badare al sodo viste le tante assenze e il campo difficile. Abbiamo fatto una prestazione cinica e di sostanza”. La Casertana è attesa sabato prossimo dal big match al “Pinto” contro il Lecce.

Melfi-Casertana 0-1

Melfi: Santurro, Demontis, Giron, Maimone, Cason, Colella, Canotto (26 st Tortolano), Finazzi (20’ st Zane), Masini, Herrera, Longo (10’ st Soumarè). A disp. Gagliardini, Scognamiglio, Amelio, Giacomarro, Prezioso, Annoni. All. Ugolotti

Casertana: Gragnaniello, Rainone, Pezzella (16’ st Tito), Capodaglio, Idda, Murolo (34’ st Bonifazi), Mangiacasale (20’ st Finizio), De Marco, Jefferson, Matute, De Angelis. A disp. Maiellaro, Gala, Varsi, Potenza, Rajcic, Cesarano, Guglielmo, De Filippo. All. Romaniello

Arbitro: Piccinini di Forlì

Rete: 32’ pt De Angelis.

Ammoniti: Maimone, Cason (M); De Marco (C)

Classifica: Casertana38, Foggia33, Benevento32, Lecce31, Cosenza31, Matera28, Messina25, Fidelis Andria24, Catanzaro23, Juve Stabia22, Monopoli20, Catania20, Paganese19, Melfi18, Akragas16, Ischia15, Martina Franca11, Lupa Castelli7.

Fonte immagine: casertanafc.it

Ugo D’Andrea

 

NESSUN COMMENTO