Fantabreak: non bisogna dimenticarsi dei “vecchi” bonus

0
110
fantabreak

In questa puntata di Fantabreak vi parliamo di quei calciatori che a volte, per l’arrivo di nomi altisonanti, il mercato estivo mette in disparte.

Ci casca a fagiuolo il caso di Alvaro Morata, attaccante spagnolo della Juventus, che in estate con l’arrivo di top player compagni di ruolo Mandzukic e Dybala (per fare due giusti esempi), e qualche piccolo infortunio che gli ha guastato l’inizio stagione, ha visto la sua titolarità diventare merce rara. Ma giocando in una big ricca di impegni il turnover diventa basilare, quindi le occasioni per mettersi in mostra non mancano.

Ed è quello che ha fatto Alvaro Morata, che nel match di mezzogiorno contro il ChievoVerona ha avuto l’occasione di scendere in campo da titolare, realizzando una doppietta e mostrando un’ottima condizione fisica, volenteroso di mettere in discussione la titolarità suprema dei compagni più noti ed invitando il proprio allenatore a ridefinire le priorità in attacco.

Bisognerà vedere se Max Allegri accoglierà l’invito: noi pensiamo di sì, dato che gli impegni della Juventus aumentano tra Campionato, Coppa Italia e Champions League. Dunque, avendo premesse da subordinato, o panchinaro che dir si voglia, l’iberico potrebbe rientrare nei vari campionati fantacalcistici nella lista dei giocatori svincolati, per cui noi di Fantabreak invitiamo i fantallenatori a fare un pensierino riguardo l’acquisto nel caso fosse ancora svincolato, e nel caso non lo fosse di presentare un’offerta alla squadra detentrice del fantacartellino.

Sarà pure un rincalzo, ma di primo piano, e garantirebbe a prescindere voti positivi ed a sprazzi qualche bonus, dato che ormai il rettangolo verde ha ripreso a calcarlo con più continuità, mettendo a tacere le varie voci di mercato nate intorno al suo nome.

Seguendo la scia iniziata oggi, il talentuoso Alvaro spera di poter strappare a Giugno un biglietto aereo direzione Francia per giocare gli Europei con la Furia Roja. Affinché ottenga quest’obiettivo Alvaro si è posto il compito di mettere in difficoltà Max Allegri riguardo la scelta dei titolari, o almeno di fargli giocare ampi spazi di partita. Compito per entrambi difficile, anche perché i posti in attacco sono due, ma in pratica ridotti ad uno, essendo l’altro intoccabile nel caso di Re Mida, ovvero Paulo Dybala. Ma l’altro… un po’ meno, dato il rendimento incostante di Mandzukic.

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteGrecia: calciatori in protesta per i migranti
Articolo successivoTermovalorizzatori: 15 Regioni han detto sì
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

NESSUN COMMENTO