Fantabreak: consigli per la 25^ giornata

0
250
fantabreak

Ormai noi di Fantabreak vi accompagniamo giornata dopo giornata per darvi consigli, anche quando le giornate presentano una strana disposizione dei giorni delle partite; infatti, la prossima giornata vedrà un week-end molto lungo di Serie A. Si inizia giovedì 11 con Lazio vs Hellas Verona (20:45): entrambe le squadre reduci da un pareggio nella scorsa giornata, ma quello scaligero infonde più fiducia dato che era contro l’Inter. I capitolini dovranno sopperire all’assenza di qualche big, causa infermeria piena, ciò darà spazio a qualche giovane su cui si è deciso puntare ad inizio stagione, come nel caso di Cataldi, che ha già dimostrato il suo valore e dato anche l’affiancamento dell’esperto Paroloil cui schieramento è consigliato poiché essendo snellito dal compito di copertura da Milinkovìc-Savic e del già nominato Cataldi potrà spaziare nel centrocampo avversario in inferiorità numerica. Questo dato fa conseguire un consiglio riguardo al non schieramento dei centrocampisti scaligeri. Altro consiglio per i capitolini è lo schieramento di Lulicche ogni lista fantacalcistica porta tra i centrocampisti ma che Pioli schiera in attacco, medesima osservazione riguardo Felipe Anderson. Entrambi comporranno un signor tridente con il veloce Balde Keita, che avrà la peculiarità di essere molto più rapido degli avversari e potrebbe facilmente collezionare bonus. Il nostro è quasi un ordine: SCHIERATELO! Ovviamente per i veneti invitiamo a schierare entrambi i terzini solo in caso di necessità ed ovviamente il consiglio ricade sul solito Luca Toni, che ha già colpito la Lazio 8 volte, quindi non c’è motivo per non incrementare questo dato anche l’affiancamento di due ali come Juanito Gomez e Fares, anche se quest’ultimo avrà un doppio compito, cioè ad aiutare il già detto centrocampo in difficoltà, ergo il suo schieramento è sconsigliato data la confusione che gli si potrebbe creare.

Venerdì si disputerà invece Carpi vs Roma (20:45): gli emiliani con formazione e schieramento tipo, anche se l’ottimo Romagnoli , in dubbio causa contusione al piede, potrebbe lasciare scoperta la difesa della propria tecnica, e semmai schierato potrebbe giocare con qualche remora di troppo, quindi potrebbe andare incontro ad una brutta valutazione, ma ciò potrebbe giocare a favore del tridente romano, con ormai i soliti Salah, Dzeko ed El Shaarawy, che potranno infliggere qualche malus al portiere emiliano Belec, e non solo all’estremo difensore a cui gli si aggiunge l’ormai datato Zaccardo. Per gli emiliani non solo note a sfavore, ma anche qualche nota positiva dato che la coppia d’attacco ormai solita, M’Bakogu – Lasagna, potrebbe sfruttare il suo essere abbastanza collaudata e gli esterni fluidificanti, Letizia e Sabelli, difensori prestati al centrocampo quindi con maggiore propensione offensiva ed al collezionare bonus, per poter colpire l’ormai noto al passivo Szczesny, che però finalmente trova davanti a se una difesa con difensori di ruolo e non adattati, così che non sarà a stretto a raccogliere qualche altra palla in fondo al sacco. Tuttavia lo schieramento del portiere giallorosso è comunque sconsigliato, poiché è nota la tendenza delle piccole del campionato di galvanizzarsi qualora incontrano una big tra le mura amiche.

Passiamo al sabato, che vedrà tre anticipi in programma:

Empoli vs Frosinone (15:00): toscani vicini all’ipotetica quota salvezza, puntano a raggiungerla soprattutto contro le dirette avversarie e finché la matematica lo permette aspirare ad un posto in Europa. Perciò scendono in campo con la formazione tipo molto offensiva, con il solito 4-4-2; ma dato che il centrocampo presenta solo un centrocampista di contenimento ed il resto trequartisti scopre un po’ troppo la linea mediana concedendo agli avversari molto spazio in costruzione, perciò consigliamo lo schieramento di Sammarco e consigliamo di scartare l’idea Chibsah, unico filtro del centrocampo ciociaro, probabile vittima di malus, per la tanta libertà che sarà concessa agli empolesi. Consigliamo infatti, eccezion fatta per Buchel, lo schieramento di qualsiasi centrocampista empolese e per il loro prezioso supporto che permetterà all’immortale Maccarone di poter conseguire bonus. Tornando in campo ciociaro, per il centrocampo c’è anche l’esterno Tonev che può portare assist per le proprie punte che potrebbero avere la meglio su una difesa toscana che ormai, priva del sergente Sarri, sembra che non riesca più a trovare il giusto feeling. Quindi facilmente perforabile, tenendo presente anche l’affiatamento che c’è tra gli attaccanti ciociari e consegue quasi un divieto riguardo lo schieramento dell’estremo difensore.

Chievo vs Sassuolo (18:00): i clivensi si ritrovano in classifica poco dietro gli ospiti e provano un avvicinamento in classifica tramite lo scontro diretto, scendendo in campo con la formazione tipo senza alcun cambio, dovuto ad infortuni vari. Giocano sempre i migliori, tra cui il giovane e veloce M’Poku, che supportato in attacco da Inglese e con alle spalle Birsa, sperano di collezionare bonus, perciò invitiamo lo schieramento di uno di loro. Sulla sponda emiliana c’è ormai poco da dire, dato che la formazione è ridondante: consigliamo lo schieramento dei centrocampisti, per la loro maggiore dinamicità. Riguardo gli attaccanti le parole si sprecano, perché ormai hanno un affiatamento tale che il non schierarli potrebbe essere un suicidio fantacalcistico. Lasciando il reparto offensivo ci dirigiamo a quello difensivo con Vrsaljko, il cui supporto è d’oro, sia per indole al sacrificio che gli permette una buona media voto e sia per gli assist che produce.

Juventus vs Napoli ore (20:45): per i padroni di casa invitiamo a porre attenzione riguardo lo schieramento di Barzagli, che potrebbe andare facilmente in difficoltà con i velocissimi giocatori partenopei. I bianconeri possono dimostrare superiorità a centrocampo, con Pogba e Marchisio a sostegno dell’ormai inamovibile Dybala, fondamentale tanto per la Juventus quanto per ogni fantasquadra. Per i partenopei, il quali si schiereranno col consueto 4-3-3 che ha fatto le fortune degli azzurri, sconsigliamo lo schieramento di Albiol, anch’egli potenziale vittima dell’attacco bianconero. Consigliamo invece lo schieramento degli esterni Callejon e/o Insigne, oltre che, ovviamente, di Higuaìn.

Passiamo ora alla domenica, con l’anticipo di mezzogiorno Milan vs Genoa (12:30): nel 4-4-2 dei rossoneri, molti dubbi su come Mihajlovic riuscirà a sopperire all’assenza di Kucka e alle eventuali assenze di Bonaventura e Niang, in forte dubbio. Per il Milan consigliamo lo schieramento Antonelli, in gran spolvero nell’ultimo periodo, mente per il centrocampo l’unica certezza è Honda. In attacco Bacca potrebbe andare in difficoltà, in caso di assenza del suo compagno di coppia Niang, ma consigliamo comunque il suo schieramento. Sconsigliamo invece quello di Abate, che potrebbe andare in enorme difficoltà contro Laxalt, già letale contro il Milan ai tempi del Bologna e di cui consigliamo lo schieramento. Anche Suso, ex Milan, potrebbe disputare un ottimo match, considerando anche il suo ottimo stato di forma. E consigliamo anche lo schieramento di Matavz, per i pochi che sono riusciti ad assicurarselo all’asta di riparazione.

Sampdoria vs Atalanta (15:00): i padroni di casa, in enorme difficoltà nelle ultime giornate, cercano punti contro una non imbattibile Atalanta. Montella schiera il tipico 4-3-2-1 a trazione offensiva: sconsigliamo lo schieramento di qualsiasi membro del reparto difensivo, eccezion fatta per Dodò, in grandissima forma nelle ultime settimane. A centrocampo sconsigliamo lo schieramento di Barreto, mentre potrebbero disputare una buona gara Ivan e Fernando. Consigliamo lo schieramento di Correa, che potrebbe mettere a fuoco e fiamme la retroguardia atalantina. I bergamaschi scenderanno in campo con il 4-3-3, in cui si rivede Dramè (schieratelo) e consigliamo anche lo schieramento del sempre ottimo De Roon e di Pinilla, affamato di gol dopo il ritorno dal lungo infortunio. Da schierare, inoltre, il Papu Gomez, potenziale incubo per la difesa blucerchiata.

Udinese vs Bologna: i padroni di casa non avranno vita facile contro i felsinei, che sembrano più determinati dei friulani nel voler raggiungere quanto prima una tranquilla salvezza. Sconsigliamo lo schieramento di giocatori friulani, eccezion fatta per Thereau. Per gli ospiti, consigliamo lo schieramento di uno dei tre centrali di centrocampo (sempre inclini ad ottimi voti) e di Destro, in cerca di gol.

Palermo vs Torino: due squadre in enorme difficoltà, piuttosto lontane dal pericolo retrocessione solo per incapacità di chi c’è dietro. I rosanero di Tedesco – ammesso che sia lui in effetti a decidere gli uomini in campo – dovrebbero schierarsi con il 4-3-3. Consigliamo lo schieramento del duo svedese Quaison-Hiljemark e, perchè no, anche di Jajalo. In avanti ballottaggio Djurdjevic-Gilardino: schierare Gila potrebbe essere un rischio da correre. Per i granata consigliamo lo schieramento del rientrato Baselli e di uno tra Belotti e Immobile, a caccia di gol contro una difesa non imperforabile.

Fiorentina vs Inter (20:45): la giornata si conclude con una sfida che potrebbe essere decisiva per la questione Champions. Per i viola consigliamo lo schieramento di Borja Valero, che con le sue doti tecniche eccelse potrebbe mettere in enorme difficoltà il centrocampo “grezzo” dell’Inter, e di Kalinic, che in un momento difficile potrebbe ritrovare la strada del gol contro la squadra a cui segnò una doppietta nel girone d’andata. Sconsigliamo lo schieramento di Pasqual. Per l’Inter, che si schiera con un 4-3-3 destinato a diventare schema fisso, consigliamo lo schieramento di Miranda, ritornato dalla squalifica e pronto a riprendere in mano le redini della difesa nerazzurra, e anche desideroso di riscattare la sua pessima prestazione un girone fa. Consigliamo anche lo schieramento di Eder, reduce da buone prestazioni, e di Perisic, fondamentale per il reparto offensivo nerazzurro e anche in fase difensiva. Potrebbe beneficiare delle sue giocate Icardi, da schierare obbligatoriamente in questo periodo. Sconsigliamo invece lo schieramento di Brozovic, reduce da pessime prestazioni consecutive.

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteItinerArte: l’illusionismo onirico di Rob Gonsalves
Articolo successivoPetizione per il registro tumori nel Nocerino
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

NESSUN COMMENTO