I migranti di Edoardo Bennato in mostra al Pan

0
474
i migranti di Bennato
migranti

Migranti, uno degli argomenti più caldi del momento visto dagli occhi del cantautore italiano Edoardo Bennato.

I migranti con la loro storia, le loro paure e le motivazioni che li spingono a fuggire dalle loro terre, sono i protagonisti indiscussi di telegiornali, report e seminari, ma il cantante Edoardo Bennato ha fatto di più, riscoprendosi pittore e rendendoli i soggetti dei suoi dipinti in mostra al Palazzo delle Arti di Napoli fino al 29 Febbraio.

La straordinaria esposizione, dal titolo “In cammino”, è curata in questa sede da Daniela Wollmann, ma già era stata apprezzata dal pubblico in occasione dell’EXPO 2015 di Milano, presso il padiglione Eataly, che vide come curatore dell’evento il famoso critico Vittorio Sgarbi.

migrantiIl cantautore napoletano è sempre stato sensibile alle grandi tematiche, soprattutto in campo sociale, e la sua ricerca di un giusto linguaggio espressivo che potesse arrivare direttamente al cuore del pubblico, lo ha portato a sperimentare la grande arte della pittura, riuscendo a delineare un ritratto forte, a tratti crudo, della società odierna e dell’enorme divario tra il benessere di chi “ospita” e i migranti che arrivano sulle nostre terre. Ma la critica dell’autore si focalizza specialmente verso quel modello di pensiero, tipicamente occidentale, dal forte retaggio eurocentrista, mettendo in luce uno degli ostacoli più duri per l’umanità: la paura e il rifiuto dello straniero.

La scelta del titolo “In cammino” non è certamente casuale, infatti i protagonisti dei dipinti sono i migranti che ogni giorno osserviamo sulle nostre spiagge, in cammino da un lato all’altro della costa, verso il riscatto, verso quella libertà negata, in cammino per il riconoscimento dello status di Uomo. Molte sono le mostre che hanno trattato il tema delle migrazioni e dei migranti, ma la grande novità di questa esposizione risiede nel modus operandi di Bennato che non raffigura i suoi soggetti in modo caritatevole ma, al contrario, veste i tanto discussi “vu cumprà” di una straordinaria eleganza e dignità, in contrasto con l’enorme carico di oggetti costretti a trascinare da un capo all’altro della spiaggia.

migrantiLa mostra non dà una panoramica completa dell’immigrazione, tuttavia ne inquadra una parte fondamentale, evidenziandola sotto una luce diversa e non convenzionale: una doppia essenza, dove quello che per l’uomo occidentale è spesso soltanto un immigrato, in realtà dovrebbe essere considerato anche un migrante, una persona che espatria in cerca di diritti, fortuna, o semplicemente di una condizione che possa chiamarsi “umana”.

Questa critica non si evince solo dalle tele, ma la ritroviamo anche nel nuovo singolo di Edoardo Bennato, “Pronti a salpare”,di cui abbiamo riportato il video.

L’esposizione sarà visitabile gratuitamente, dalle 09:30 alle 19:30, presso il PAN, tutti i giorni (escluso il martedì) fino alla fine di questo mese.

Alessia Centi Pizzutilli

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteNoor: la più grande centrale solare al mondo
Articolo successivoMuseo Nazionale di Napoli: riapre la sezione egizia
nasce a L’Aquila nel 1990. Da sempre amante della “Penna”, nel tempo sviluppa la passione per le materie umanistiche. Intraprende studi per alimentare le sue conoscenze in materia ed inizia a scrivere racconti, diari, ma soprattutto poesie. Amante dell’arte in ogni sua forma. Attualmente frequenta la facoltà di Lettere e Filosofia a L’Aquila. Redattrice presso Laqtv, collabora con il giornale Libero Pensiero News nella sezione cultura.

NESSUN COMMENTO