Plastic Road: la strada di plastica riciclata

0
269

La Volker Vessel, un’impresa di costruzioni di Rotterdam molto attenta all’ambiente, ha lanciato l’iniziativa di utilizzare plastica riciclata come materiale per superfici stradali. Il progetto, denominato Plastic Road, è ancora in fase embrionale, ma nel giro di tre anni potrebbe essere sviluppato.

L’azienda olandese non ha alcun dubbio: i benefici derivanti dall’utilizzo di plastica riciclata anzichè l’asfalto sono enormi. La nuova copertura stradale sarebbe più leggera e duratura e necessiterebbe molto meno tempo per l’installazione rispetto alle strade tradizionali in quanto cablaggi e tubature verrebbero alloccati in appositi spazi posti sotto la superficie.

Plastic Road garantirebbe, inoltre, una guida più silenziosa (riducendo l’attrito con gli pneumatici) e potrebbe avere un sistema di riscaldamento integrato utile durante l’inverno. Anche l’occhio vuole la sua parte: le nuove strade sarebbero anche esteticamente più belle rispetto alle tradizionali di catrame e bitume.

Anche a livello ambientale il progetto porterebbe non pochi vantaggi. La plastica è, infatti, piu’ sostenibile rispetto all’asfalto che per ogni tonnellata prodotta emette 27 kg di CO2 e un suo utilizzo ridurrebbe considerevolmente le 1,6 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica a livello globale.

‘Al momento è ancora un’idea sulla carta. Il passo successivo è quello di testarlo in laboratorio per assicurarsi che ci siano le condizioni di sicurezza, soprattutto sul bagnato. In questo momento stiamo cercando partner che desiderino collaborare al progetto pilota, come produttori di plastica riciclata, università e altre istituzioni. Rotterdam è una città molto innovativa e ha abbracciato l’idea. Si integra molto bene all’interno della sua politica di sostenibilità, avendo come ambizione di diventare la città portuale più sostenibile al mondo.” ha sottolineato Rolf Mars della Volker Wessels in un’intervista rilasciata al The Guardian.

La Volker Vessels è fiduciosa e spera di poter iniziare a costruire la prima strada in plastica riciclata il più presto possibile. In caso di successo, questa novità potrebbe essere estesa a tutto il Paese. Una rivoluzione copernicana nel mondo delle infrastrutture è in atto.

Vincenzo Nicoletti

NESSUN COMMENTO