Fantabreak: i consigli per la 26^ giornata

0
349
dipendenza

Come sempre, noi di Fantabreak siamo presenti per darvi i consigli partita per partita. La 26^ giornata si apre il venerdì alle 20:45 con Bologna vs Juventus: i felsinei in campo con il solito 4-3-3 con l’ormai tornato Destroyer a guidare l’attacco, affiancato da Mounier e l’ex di turno Giaccherini, forse in cerca di vendetta, che potrebbe realizzare il classico gol dell’ex o quanto meno potrebbe servire qualche assist ai suoi compagni, tra cui Mounierabile nel saltare l’uomo, soprattutto se quest’ultimo è più lento, come nel caso di Evradi cui sconsigliamo lo schieramento se non in caso di pura necessità. Per il Bologna sconsigliamo vivamente lo schieramento di qualunque componente del reparto difensivo, poiché i bianconeri sono ormai ancora più carichi dalla vittoria contro il Napoli, grazie al gol di un ritrovato Zaza, che sarà ancora titolare in coppia con Morata, dando riposo meritato (facendo innervosire qualche fantallenatore) a Re Mida DybalaProponiamo, per i più coraggiosi, di non schierare Pogbache nelle ultime tre giornate non ha mai superato la sufficienza.

Passiamo al sabato che prevede due anticipi. Alle 18:00 Hellas Verona vs ChievoVerona: per il derby dell’arena solite formazioni per entrambe, con l’Hellas con un piede in Serie B. Ma un derby è pur sempre un derby, quindi non si faranno conti di classifica. Per fortuna entrambe le squadre dovranno fare pochi conti riguardo le scelte del giudice sportivo, ma gli ospiti hanno un’infermeria abbastanza colma che non permette lo schieramento tipo. Alle 20:45 Inter vs Sampdoria: Inter reduce da non un bellissimo momento di forma, ma Mancini non sembra intenzionato a cambiare uomini, quasi come se volesse dare un’iniezione di fiducia ai titolarissimi, sperando che il forte trittico offensivo possa incontrare vita facile contro una non eccellentissima difesa come quella doriana. È consigliato lo schieramento degli attaccanti meneghini, con qualche remora riguardo Edèr: l’italo-brasiliano giocherà contro i suoi ex compagni, che già lo conoscono e potrebbe facilmente essere anticipato, il che potrebbe comportare un’insufficienza. Quindi non siamo certi riguardo un suo schieramento, nel caso abbiate un’alternativa optate per quest’ultima.

Passiamo alla domenica, che non vedrà il match delle 12:30, perché ci sarà un match all’ora del tè. Alle 15:00  si terranno i seguenti match:

Atalanta vs Fiorentina: i bergamaschi sperano in casa di collezionare punti salvezza, schierando la formazione tipo, andata modificandosi nel corso della stagione dopo l’addio di Moralez e l’arrivo di Diamanti, un ottimo aiuto per Pinillail cui schieramento è consigliato. Oltre i soliti, consiglierei di correre un rischio, schierando tra i titolari sia Borriello (che è in ballottaggio con Pinilla, ma entrerebbe a gara in corso rendendosi molto pericoloso per la stanca difesa avversaria) sia Monachelloabile ala la cui dote principale è l’assist: trovandosi ad affrontare una difesa con tre uomini e giocando in un tridente vedrà la porta avversaria facilmente. Seppur giochi in casa, c’è un divieto enorme riguardo lo schieramento dei componenti della difesa neroazzurra, portiere incluso. Per quanto concerne i viola, c’è poco da aggiungere oltre i consigli per i soliti, dando un occhio di maggiore riguardo allo schieramento di Pasqual e all’evitare di schierare Tatarusanu tra i pali.

Genoa vs Udinese: il Grifone a ridosso della zona retrocessione affida ogni speranza negli ex Milan Cerci e Suso, già molto efficaci fantacalcisticamente, che alle spalle di Matavz, possono beneficiare dei suoi movimenti per creare bonus per se e per tutta la squadra, trovandosi contro una difesa molto e facilmente superabile. Ergo sconsigliamo qualsiasi difensore friulano, tra cui anche il portiere, optando per l’attacco rossoblu, ma concediamo un barlume di speranza ai centrocampisti bianconeri che trovando maggiori spazi dinnanzi a se possono creare più facilmente gioco.

Sassuolo vs Empoli: entrambe le squadre si trovano abbastanza lontane della zona che scotta, ma cercano di migliorare il proprio piazzamento per la storia e per la prossima Coppa Italia. Squadra tipo per gli emiliani, il che concerne il solito, affiatato e consigliato tridente composto da Berardi, Falcinelli e Sansone, che facilmente faranno male alla lenta difesa toscana, che però seguendo il concetto de “la miglior difesa è l’attacco” impegnerà gli emiliani a difendersi dalle arrembate dei centrocampisti toscani la cui presenza è consigliata. Occhio di riguardo per Zielinski e Paredès, che meritano lo schieramento senza ombra di dubbio, poiché creeranno palle gol per il trio delle meraviglie toscano Saponara, Pucciarelli e Maccarone.

Torino vs Carpi: riguardo questo match, dato l’evolversi della stagione, c’è ormai poco da dire di nuovo, se non consigliando i soliti “scherzati” delle liste fantacalcistiche, per esempio Bruno Peres, portato in lista difensori ma perennemente devoto alle discese verso l’area avversaria e quindi al bonus, che latita un po’ in questa stagione, ma non è mai tardi per riprendere. Noi ci crediamo. Quindi schieratelo! Dato che riteniamo Bruno Peres molto  pericoloso in questo match, sconsigliamo l’esterno emiliano a lui opposto cioè LetiziaEssendo gli attaccanti granata molto devoti all’area di rigore avversaria troveranno vita facile con la difesa emiliana, perciò ricevono la nostra candidatura allo schieramento.

Alle 18:00 Frosinone vs Lazio: ora del tè in Ciociaria, per un derby regionale, dove c’è morale alto in casa gialloblu, con zona salvezza a tre punti di distanza, perciò si prova subito a raggiungerla rispondendo agli avversari con lo stesso modulo e dando fiducia a Tonev. Poniamo attenzione al fatto che trovandosi avversari di fascia di alto calibro come Candreva e Konkodovrà gioco forza ridurre il suo raggio d’azione a favore dei biancocelesti, dovendo aiutare Pavlovic, che facilmente accuserà le discese biancocelesti, dovendo coprire di più ed obbligatoriamente attaccare di meno, quindi più incline al malus che al bonus. Tornando in casa biancoceleste a pieni voti ricevono la nomination per lo schieramento Candreva e Balde Diao Keita.

Alle 20:45 Roma vs Palermo: una Roma sempre alla ricerca della giusta tranquillità e di riscatto, dopo aver perso in casa in settimana. In difesa troviamo il lento e macchinoso Rudiger ed il titolarissimo  Manolas, che spalleggiato da Rudiger sarà spesso chiamato al raddoppio, quindi molto incline al malus, dato che il Palermo davanti schiera i soliti, e cioè i consigliati Vazquez e Gilardino. Quindi ancora sfiducia in Sczesny. Ma tornando in quel di capitolino, Salah, Dzeko ed El Shaarawy sono consigliatissimi per essere titolari contro una difesa lenta e poco collaudata, dato l’ennesimo cambio sulla panchina sicula

Questa giornata si chiuderà con il Big Monday Night alle 20:45 con Napoli vs Milan: per questo Monday Night, animi diversi con il Milan reduce da un’importante vittoria ed il Napoli da una pesante sconfitta, che gli ha visto perdere il primato, perciò tra i partenopei c’è molta voglia di ripresa e quindi il sergente Sarri schiera i veloci e fluidi titolarissimi che potrebbero incontrare vita facile contro un Milan dove le buone notizie arrivano da Abate recuperato per la gara del San Paolo, rischia invece di mancare Romagnoli, facendo decadere il giusto affiatamento con Alex, poiché mercoledì e giovedì non si è allenato causa influenza. Mentre continua il momento no di Mario Balotelli, che Mihajlovic ancora non vede pronto per una maglia da titolare, ma da inserire a gara in corsa, se il Milan, quasi come da copione, sarà in difficoltà, ma tenendo conto del suo carattere difficile, facilmente irascibile  e del suo gossip con la Fico che ha infastidito Napoli, sarà facilmente vittima dei fischi dei tifosi avversari, quasi ad istigare sue brutte reazioni, che spesso comportano dei malus in valutazione. Dato che il rischio è alto lasciamo la scelta al vostro istinto, ma proviamo ad influenzarvi con un’osservazione riguardo Mihajlovic, ai noti come sergente di ferro può provare a far rinsavire SuperMario, facendogli concedere una più che positiva prestazione.È consigliato un suo schieramento solo a chi è disposto a rischiare.

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteStefano Borriello, il nuovo “caso Cucchi” di cui nessuno parla
Articolo successivoLavoratori Consorzio del Bacino – la lotta continua
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

NESSUN COMMENTO