Il nostro addio a Giovanni, lavoratore fino alla fine

1
5139

Aveva appena 46 anni, ed un malore se l’è portato via senza speranze.

12651058_1115477068483655_2842403804150492588_nLa città di Casoria dice addio ad uno dei suoi tanti figli emigrati per ottenere miglior fortuna; e lo fa in un modo straziante. Stava svolgendo il suo lavoro, Giovanni, alla Granarolo di via Cadriano a Bologna, quando si è sentito male; ed i carabinieri intervenuti sul posto, avvertito il personale del 118, non hanno potuto fare altro che constatare che se n’era andato per sempre.

Era nato e cresciuto a Casoria, nel quartiere di San Mauro, Giovanni; e in tanti oggi lo ricordano e piangono la sua scomparsa. Tifosissimo del Napoli, uomo di rara generosità, figlio di una terra che troppo spesso costringe all’oblio e all’abbandono. Ed è morto mentre lavorava, compiendo il suo dovere quotidiano, lontano dalla “casa” dove forse ritornerà per un’ultima volta.

Ci stringiamo intorno alla famiglia ed agli amici di Giovanni nel ricordarlo con un saluto accorato, come un amico, un fratello, ed un concittadino che, seppur lontano, mancherà alla nostra comunità.

Club Berlinguer di Casoria

CONDIVIDI
Articolo precedentePorto di Napoli, nuovi fondi e polemiche
Articolo successivoCordaz para tutto: Salernitana-Crotone è 1-1
Il Club Berlinguer è un'associazione socio-sportivo-culturale, nata a Casoria in provincia di Napoli, nell'ormai lontano 2001. Ad esso si deve la fondazione originaria di "Libero Pensiero". Scopo dei suoi membri è di promuovere i valori della legalità, del rispetto reciproco, della giustizia sociale e della solidarietà, in memoria del grande segretario del PCI Enrico Berlinguer.

1 COMMENTO

  1. Ciao gianni ci mancherai con il tuo modo un po pazzarello scherzoso e sempre con il sorriso e nj posso mai dimenticare quando giocava il napoli alzavi la tv a 100 xke dovevi sentirti come allo stadio e quando il napoli segnava tu esultavi da vero tifoso e amore x il nostro napoli sei un grande e chi se lo aspettava che ci lasciavi cosi ci manci tanto e a pensare che sabato scorso ci siamo visti e mi ai abbracciata e salutata con un bacio come sempre ed il piccolo mattia dormiva tu lovolevi salutare e vedere i suoi occhi grandi e azzurri come la tua squadra del cuore addio gianni vicino di casa e amico da anni anzi come volevi essere chiamato tu il “pocho” rip in pace un bacione grande

Comments are closed.