Palazzo Venezia, visita guidata e aperitif jazz

0
216

A Palazzo Venezia un evento che unisce musica ed arte. La rassegna si chiama infatti Arte nell’Arte ed è un modo nuovo di visitare una delle più belle attrattive che la città di Napoli offre senza tralasciare l’aspetto ludico e sicuramente esclusivo. Sabato 20 febbraio alle ore 21.30 la visita guidata al Palazzo sarà accompagnata dal concerto dei Quartieri Jazz dal sound napolitan gipsy che si esibiranno nella magnifica cornice della Casina Pompeiana di Palazzo Venezia, l’edificio storico di Spaccanapoli unico nel suo stile e testimone delle relazioni economico-politiche che Venezia e Napoli intrapresero dal 1412 quando re Ladislao I di Napoli donò il palazzo alla Serenissima. Nei secoli il Palazzo fu ceduto a conti e marchesi, fino a diventare un condominio privatoe solo nel XIX secolo fu eretta la casina pompeiana. Ad oggi l’edificio è ancora visitabile e si presta come location per mostre permanenti o temporanee di porcellane, pitture, presepi ecc. Ma la Casina Pompeiana non è l’unica attrattiva, imperdibile ad esempio il suggestivo  giardino pensile, all’interno del quale si può ammirare la piccola cappella denominata “Grotta della Madonnina”. Prima della visita guidata solo per la serata del 29 febbraio sarà possibile, dopo aver sorseggiato un aperitivo di benvenuto, godersi il concerto della band napoletana che oltre ai brani estratti dal’ultimo lavoro ‘E strade ca portano a mare, edito da Graf 2013, esibiranno brani inediti del progetto ancora in corso Le 4 giornate di Napoli, omaggiando Pino Daniele e le sue canzoni, ispiratrici del loro ultimo lavoro. Ci sono luoghi di Napoli che vanno assolutamente visitati e rivisitati più e più volte. Tra questi c’è Palazzo Venezia, incantevole per la sua bellezza senza tempo; se poi in sottofondo c’è l’accompagnamento del groove dei Quartieri jazz allora l’evento diventa davvero imperdibile.

Info:

costo biglietto 15 euro (aperitivo, concerto e visita guidata);

prenotazioni e info al numero +39 340 4893836  e all’email  quartierijazz@live.it

Agnese Cavallo

CONDIVIDI
Articolo precedenteBaciato dal sole: il reality nella fiction
Articolo successivoPorto di Napoli, nuovi fondi e polemiche
Agnese Cavallo, nasce a Napoli il 14 novembre 1985. Da sempre appassionata di classicità, da quando il padre le raccontava i miti greci e l’Odissea in lingua napoletana, decide che la letteratura e le materie umanistiche saranno il suo futuro. Si iscrive, così, al Liceo classico Quinto Orazio Flacco di Portici (Na) e continua l’esperienza umanistica alla Facoltà di Lettere Moderne della Federico II di Napoli. Consegue la Laurea triennale nel 2013 con 103/110, presentando una tesi sull’opera di Francesco Mastriani “i Vermi. Studi storici sulle classi pericolose in Napoli”, importante giornalista e scrittore di feullitton napoletano di fine ‘800. Il giornalismo, infatti, è da sempre una passione e, quasi, una vera missione. Convinta che i giornalisti siano spesso persone lontane dalla realtà, pronti, più che alla denuncia alla gogna mediatica, nei suoi articoli preferisce una sana soggettività volta all’etica e al sociale anziché un’oggettività moralistica e perbenista. Nel febbraio 2012 inizia la sua esperienza con il giornale “Libero Pensiero” prediligendo il sociale, la cronaca, la cultura e anche la politica. Il suo argomento preferito? Napoli, tra contraddizioni e bellezza.

NESSUN COMMENTO