De Magistris, al via nuovi progetti

0
308
De Magistris
De Magistris

Importanti novità nel napoletano, lo comunica il sindaco Luigi De Magistris. Giornata positiva per la città di Napoli.

Prima fra tutte è l’inaugurazione di un impianto fotovoltaico sul tetto dell’istituto superiore “Neghelli Giganti” a Fuorigrotta. La prima scuola in tutta Napoli ad aver creato questo tipo di allestimento che permette di catturare l’energia solare per poi trasformarla in energia elettrica. L’impianto chiamato “L’Officina del Sole” si estende in tutta la superficie del tetto di 1500 metri quadri ed è composto da 152 pannelli solari per una produzione di energia pari a 50.500.00 kw. Il progetto è stato finanziato dai fondi offerti dal Pon ed ha visto l’impegno di tutti, dalla dirigenza scolastica ai ragazzi per sensibilizzarli a migliorare la sostenibilità ambientale, d’altronde il progetto è nato ed è cresciuto grazie agli studenti, il merito di tutto ciò va sicuramente a loro. Inoltre il finanziamento ha permesso di ripristinare la palestra e il secondo piano dell’edificio dichiarato inagibile a causa delle infiltrazioni d’acqua, peccato che bisogna risolvere problemi di un certo peso solo in queste occasioni e non prima quando vi è realmente l’esigenza.

Un’altra importante notizia riguarda la sanità, infatti grazie ad un accordo tra il Comune di Napoli, guidato da De Magistris, l’Asl Napoli 1 e l’ospedale “Pascale” nasce “Under Fifty” un progetto di prevenzione contro il cancro al colon retto. Il piano è quello di coinvolgere le persone allo screening colonrettale affinché la cura non sia altro che la prevenzione. Si sta valutando di una nascita di un progetto simile contro il tumore al seno.

Ultimo ma non meno importante, il sindaco De Magistris  ha salutato i ragazzi dell’associazione culturale “Insieme”, attivamente operante sul territorio napoletano con varie sedi, che si sono recati a Palazzo San Giacomo per una visita assaporando la storia del passato ma anche del presente che si respira all’interno del Palazzo.

Maria Baldares 

CONDIVIDI
Articolo precedenteBolivia, Morales perde il referendum costituzionale
Articolo successivoItinerArte: Jack Vettriano, l’arte è seduzione
Frequento il secondo anno in Scienze della Comunicazione e sogno di diventare una giornalista a tutti gli effetti. Sono sempre stata decisa a voler intraprendere questo tipo di carriera e ciò che ha contribuito a far coltivare questa passione è stato il quartiere in cui sono nata e crescita. Vivo a Secondigliano, inutile dirvi le difficoltà e i problemi che purtroppo esistono e persistono ma allo stesso tempo ci sono tante persone che fanno di tutto per cambiare le cose, io sono una tra queste. Spesso si guarda solo il negativo delle cose tralasciando l'altra parte della medaglia, quella positiva.

NESSUN COMMENTO