Pallone d’oro FIFA, un’inchiesta

1
337

La statistica e il pallone sono un connubio in espansione. In Italia però c’è ancora bisogno di promuovere l’approccio scientifico, in quanto l’innovazione e le competenze non sempre sono premiate, soprattutto in settori ancorati a logiche e metodi passati e sorpassati. Non è un caso che la Serie A sia divenuta tra i campionati meno appetibili d’Europa.

Libero Pensiero è tra i fautori di tale approccio. Ci si è chiesti, tempo addietro, se l’analisi statistica fosse opportuna in uno sport meno standardizzabile come il calcio. Ovviamente, una risposta netta in generale non esiste, perché occorre richiamare sempre il caso studio, infatti, sono i modelli statistici che si adattano ai dati, non viceversa. Ad ogni modo, i casi di studio esistono; se non sono stati sviluppati probabilmente lo si deve all’immobilismo degli addetti ai lavori. Siamo convinti che se negli USA il calcio fosse stato uno sport più seguito, adesso avremmo una letteratura già avanzata sulla questione, e premi come il Pallone d’oro sarebbero stati assegnati a calciatori militanti in MLS.

Proprio su quest’ultimo premio – il Pallone d’oro FIFA – concentreremo la nostra prossima analisi, che si svilupperà nei seguenti mesi, grazie al contributo dei professori dell’Università di Napoli Federico II del corso di laurea di Scienze Statistiche per le decisioni. Per ora, ci limitiamo a sottolineare quelle che sono le caratteristiche del premio.

Il Pallone d’oro (Ballon d’Or) è un premio istituito nel 1956 dalla rivista sportiva francese France Football assegnato (ogni anno) al miglior calciatore dell’anno solare. Egli, fino al 1994, doveva essere di nazionalità europea, mentre, fino al 2006, doveva aver militato nell’anno solare solo in club associati all’UEFA (ovvero in un campionato europeo). Nel 2010 il riconoscimento si è fuso col FIFA World Player of the Year, dando vita ad un nuovo premio denominato Pallone d’oro FIFA, organizzato congiuntamente da France Football e dalla FIFA.

L’organizzazione è gestita in compartecipazione dalla rivista France Football – nel dettaglio è il gruppo Amaury il responsabile della componente editoriale in giuria – e dalla FIFA, cui il compito di stilare una lista di 23 calciatori. Ad una giura spetta il compito di scegliere il vincitore. Essa si compone di tre gruppi con uguale peso nel voto: giornalisti, commissari tecnici e capitani delle squadre nazionali (un rappresentante per ogni nazione affiliata FIFA). Ogni giurato designa tre calciatori con un ordine di merito decrescente, secondo tale ranking valutativo:

  1. prima preferenza: calciatore A, 5 punti

  2. seconda preferenza: calciatore B, 3 punti

  3. terza preferenza: calciatore C, 1 punti

E’ possibile votare connazionali, ma i capitani non possono votare loro stessi. A scrutinio ultimato, il premio è assegnato al calciatore con il maggior numero di punti.

Il meccanismo valutativo deve fondarsi sulle prestazioni sportive e sul comportamento complessivo dentro e fuori dal campo. Prima della fusione il regolamento era più restrittivo circa le modalità di voto, infatti erano esplicati altri tre parametri valutativi, oltre al già citato. Questi erano:

  • insieme delle prestazioni individuali e di squadra durante l’anno preso in considerazione;

  • carriera;

  • personalità e carisma.

A scrutinio ultimato, il premio è assegnato al calciatore con il maggior numero di punti. La procedura di è controllata dalla società di servizi professionali PricewaterhouseCoopers (PwC).

Classifica finale del Pallone d’oro 2015

  1. Messi Lionel 41.33
  2. Cristiano Ronaldo 27.76
  3. Neymar 7.86
  4. Lewandowski Robert 4.17
  5. Suárez Luis 3.38
  6. Müller Thomas 2.21
  7. Neuer Manuel 1.97
  8. Hazard Eden 1.33
  9. Iniesta Andrés 1.24
  10. Sánchez Alexis 1.18
  11. Ibrahimovic Zlatan 1.13
  12. Touré Yaya 0.89
  13. Agüero Sergio 0.86
  14. Mascherano Javier 0.79
  15. Pogba Paul 0.72
  16. Bale Gareth 0.65
  17. Vidal Arturo 0.58
  18. De Bruyne Kevin 0.47
  19. Rodríguez James 0.45
  20. Benzema Karim 0.40
  21. Kroos Toni 0.29 (0.2931%)
  22. Robben Arjen 0.29 (0.2930%)
  23. Rakitic Ivan 0.05

L’inchiesta di Libero Pensiero prosegue, resta aggiornato sulle nostre pagine social e su www.liberopensiero.eu per i prossimi capitoli.

Fabio Fin

1 COMMENTO

Comments are closed.