Disastro Strakosha, Coda rimedia: a Trapani è 1-1

0
479

A Trapani la Salernitana non va oltre l’1-1. Coda risponde a Pagliarulo e rimedia all’errore grossolano di Strakosha.

Allo stadio Provinciale di Erice (TP), la squadra di Leonardo Menichini non va oltre uno sterile 1-1, agguantato in extremis grazie alla rete dell’ormai solito Massimo Coda. Prestazione positiva dei Granata che, però, come al solito non riescono a concretizzare le occasioni che riescono a creare grazie al duo Donnarumma-Coda. Il Trapani subisce spesso l’offensiva degli avversari e fatica a imporsi in fase di impostazione a causa dell’aggressività dimostrata dagli ospiti in pressione e nel recupero palla.

Parte bene la Salernitana che, al minuto 8, si rende pericolosa con Coda che, dopo aver ricevuto uno splendido pallone scucchiaiato da Odjer, non riesce a trovare la porta con un tiro al volo. Il Trapani risponde solo 11 minuti dopo con un tiro di poco a lato di Rizzato. Al 26′ Odjer, protagonista di una grande gara, macchiata solo dall’espulsione finale, recupera palla al limite dell’area avversaria e, dopo essersi liberato di un difensore, scarica un destro troppo facile per Nicolas. Al 35′ il Trapani risponde alla grandissima occasione dei Granata di inizio partita. Sugli sviluppi di un calcio di punizione, Coronado tira a botta sicura dopo la ribattuta della difesa Campana, Strakosha devia la palla sul palo trovando De Cenco che prova a rimettere in gioco di tacco. La difesa riesce a sventare qualsiasi pericolo. Il secondo tempo si apre con un tiro altissimo di Petkovic che spara in curva dopo essersi liberato di due difensori con una magia. Al 74′ il disastro di Strakosha, vera e propria nota negativa della giornata. Calcio d’angolo per il Trapani, il portierino esce in maniera disastrosa sul corner favorendo l’arrivo di Pagliarulo che, da due passi, spara un siluro sotto la traversa. Va bene il terribile vento che, soffiando prepotentemente sul campo, modifica finanche le traiettorie dei palloni, ma l’indecisione del portiere Albanese è da principiante: conferma il suo terribile momento in una partita in cui poteva dimostrare di essere più di una semplice riserva. Passano 15 minuti esatti e Coda, su assist di Zito, butta la zampata che regala in extremis il pareggio ai ragazzi di Menichini e, in pieno recupero, sfiora addirittura la doppietta.

trapani-salernitana

La nota positiva in casa Salernitana è che l’allenatore subentrato a Torrente lo scorso 3 Febbraio ha trovato un undici titolare che sembra giocare piuttosto bene e, soprattutto, sembra essere stato collaudato al meglio il reparto difensivo, protagonista, fino a questo momento, di veri e propri svarioni. L’allenatore di Ponsacco, però, dovrà ora reinventarsi qualcosa di nuovo per la partita di Martedì contro l’Entella, viste le assenze dello squalificato Odjer e di Donnarumma, infortunatosi in uno scontro di gioco con Nicolas, per poter finalmente ingranare la marcia giusta per avviare la rimonta. I presupposti ci sono, ma manca un po’ di quella che in Argentina chiamano ”garra”, fondamentale per concludere a rete le poche occasioni che vengono concesse in partite così tirate. La classifica non è cambiata quasi per nulla, viste le sconfitte di Livorno, Vicenza e Como, e il pareggio della Pro Vercelli. Oggi era importante vincere per accorciare e riacquistare quella fiducia andata scemando dopo la vittoria dell’Arechi contro il Brescia del 22 Gennaio, ultimo successo Granata. Il tempo stringe e i ”favori” delle dirette concorrenti non dureranno ancora molto.

Vincenzo Marotta

NESSUN COMMENTO