Ludopatia, ci pensa la Regione

0
211
ludopatia
ludopatia

La Regione Campania approva, con voto unanime, l’attivazione “Osservatorio contro la ludopatia”.

Per alleviare il problema della dipendenza al gioco d’azzardo si vuol provvedere ispirandosi ai modelli di Anacapri, ovvero eliminare del tutto le slot machine presenti nei locali pubblici. Un gesto estremo che fa pensare. Tali “aggeggi” sono presenti sul territorio perché è proprio lo Stato che li istituisce. Molto probabilmente, questi signori, hanno fatto i conti con la propria coscienza dopo aver dato un’occhiata ai dati sulla ludopatia.

In tutta Italia si è registrata una raccolta annua di oltre 80 miliardi di euro provenienti da Lotto, casinò, scommesse sportive, slot machine, escludendo le scommesse e le somme di denaro versate illegalmente. Il dato che stupisce è che i giocatori abituali sono i più giovani ed è sempre la Campania che mantiene il primato in classifica per il maggior numero di ragazzi affetti da ludopatia. Le statistiche dimostrano che ben il 57% dei campani ne soffre.

Spesso si tralascia la gravità di questa indipendenza che negli ultimi anni si è diffusa rapidamente prendendo una piega pericolosa.

L’Osservatorio entra in scena proprio per finalizzare iniziative di prevenzione ma cerca soprattutto di tendere la mano a chi è già stato colpito. A breve, infatti, si avvieranno tutte le procedure per la costituzione dell’Osservatorio regionale con l’obiettivo di ridurre la dipendenza dal gioco d’azzardo.

Maria Baldares

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Gabinetto segreto: Pompei ed Ercolano a luci rosse
Articolo successivoRiapre il Museo Anatomico di Napoli
Frequento il secondo anno in Scienze della Comunicazione e sogno di diventare una giornalista a tutti gli effetti. Sono sempre stata decisa a voler intraprendere questo tipo di carriera e ciò che ha contribuito a far coltivare questa passione è stato il quartiere in cui sono nata e crescita. Vivo a Secondigliano, inutile dirvi le difficoltà e i problemi che purtroppo esistono e persistono ma allo stesso tempo ci sono tante persone che fanno di tutto per cambiare le cose, io sono una tra queste. Spesso si guarda solo il negativo delle cose tralasciando l'altra parte della medaglia, quella positiva.

NESSUN COMMENTO