90 anni di calcio a Napoli: dai primi anni 80 all’arrivo di Maradona

0
257
napoli'83-84

Bentornati al nostro appuntamento sull’ omaggio al Napoli con il nostro articolo per i suoi 90 anni.
90 anni di calcio a Napoli torna, quindi, parlandovi del periodo che precedette l’ingaggio di Diego Armando Maradona e la conquista del primo scudetto.
Nella stagione ‘77-’78, dopo la gestione Pesaola che portò alla conquista di una coppa anglo italiana ed una ingiusta eliminazione nella semifinale della Coppa delle Coppe, l’ing. Corrado Ferlaino affidò la gestione tecnica a Gianni Di Marzio.
Di Marzio promise almeno il 5° posto in classifica e la vittoria della coppa Italia. A fine stagione raggiunse comunque un buon sesto posto e perse clamorosamente la sfida finale in Coppa Italia con l’Inter pur essendo passata in vantaggio. Le due reti dell’Inter furono il frutto di due indecisioni del portiere Mattolini.
Fu comunque raggiunta la partecipazione alla coppa Uefa per la stagione successiva, perché l’Inter, optando per la partecipazione alla Coppa delle Coppe, liberò un posto a favore del Napoli nel trofeo Uefa.
Per gli amanti delle curiosità e statistiche, Beppe Savoldi nella sfida contro il Foggia, segnando quattro reti eguagliò il record di Jeppson e Vinicio per numero di goals segnati nella stessa partita.
La stagione successiva, Di Marzio fu esonerato per far posto al rientro di Vinicio che nelle due stagioni successive non lasciò un buon ricordo. Nella stagione ’79-’80 bisognò lottare molto per evitare brutte figure e, soprattutto per evitare la retrocessione che, per fortuna fu tenuta lontana.
La stagione ’80-’81 fu davvero una delle più scioccanti per il popolo azzurro. Ricordiamo che quell’anno arrivò a Napoli un nuovo idolo, il “tulipano” Ruud Krol. La stagione fu sconvolta dal terribile terremoto che colpì la Campania e la Lucania il 23 novembre 1980 alle ore 19.34, mentre molti erano a guardare la sfida Juventus-Inter in TV.
Nonostante le brutte vicissitudini della città, la squadra riuscì a disputare un grandissimo campionato, riuscendo anche a raggiungere il primo posto in condivisione con Roma e Juventus.
Alla fine la stagione si concluse con il piazzamento al terzo posto. Purtroppo anche quell’anno sembrava che il Napoli avesse paura di vincere, cadendo sempre nei momenti clou che gli avrebbero permesso di vincere il tanto sospirato tricolore. Ma i tifosi erano gioiosi e speranzosi per il futuro grazie anche al campione olandese Krol.
Le stagioni successive possiamo ricordarle per gli acquisti di Ramon Angel Diaz, che alla fine deluse le aspettative dei tifosi, non essendovi particolari notizie relative ai campionati del Napoli che furono un po’ deludenti ma illuminati da alcune grandi giocate del grande calciatore brasiliano Guimaraes Josè Dirceu.
Ma si avvicinava una nuova era. Ferlaino, stanco delle continue delusioni e determinato ad ogni costo a raggiungere grandi obiettivi, nella stagione ’84-’85 si lanciò all’acquisto di Diego Armando Maradona, il più grande calciatore dei 90 anni di calcio a Napoli e di sicuro il più grande calciatore di tutti i tempi.
La prossima volta lo speciale sarà interamente dedicato alla storica trattativa ed all’arrivo del calciatore argentino all’ombra del Vesuvio.
Anche per questa volta è tutto. Arrivederci alla prossima settimana con i 90 anni di calcio a Napoli.

Salvatore Annona

CONDIVIDI
Articolo precedenteQuanto piace e quanto è (in)utile l’Halo
Articolo successivoPrimavera con “FAI” per i beni culturali
Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale. Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).

NESSUN COMMENTO