Bentornati al nostro appuntamento con i 90 anni di calcio a Napoli.

90 anni di calcio a Napoli torna, quindi, parlandovi dell’arrivo di Diego Armando Maradona, El Pibe de Oro, all’ombra del Vesuvio nel 1984.

Era il 30 giugno 1984; una data importante per il popolo azzurro. Erano circa le 23:00 e nei vicoli del centro storico, dove abitavo, si udiva un’auto che suonava il clacson all’impazzata. In un primo momento, in famiglia, pensavamo si trattasse di qualcuno di corsa verso il pronto soccorso in ospedale, ma dopo qualche istante ecco una nuova auto che suonava il clacson. Qualche istante e la cosa sembrò subito dilagare. Non capivo cosa stesse accadendo ma era evidente che il frastuono era a “festa”. Non potrò mai dimenticare quella scena che mi è rimasta impressa per tutta la vita  in cui un’uomo che suonava a festa urlava: “È fatta! È fatta! Maradona è del Napoli!“. Dopo un po’ mio padre mi spiegò tutto: il Napoli aveva acquistato il più grande calciatore al mondo, Diego Armando Maradona.

A quel tempo ero un ragazzino, ma già capace di riflessioni critiche del tipo: cosa ci faceva il più grande calciatore del mondo nel Napoli? Come mai scelse di venire al Napoli e non al Real Madrid (all’epoca era il “Barcellona” di oggi) o addirittura alla Juventus che in Italia era di sicuro la più forte e più ricca? La risposta a quelle domande la ebbi qualche tempo dopo ed aveva il suo fondamento nel fatto che tra Maradona e la città di Napoli nacque subito un legame che andava al di là del semplice legame sportivo.

La notizia si diffuse a tarda sera, ma l’accordo venne firmato qualche ora prima. La cifra sborsata dal Napoli fu di circa 13 miliardi di lire con una trattativa davvero difficile con il Barcellona, durata 50 giorni e che giunse a conclusione solo poche ore prima del termine per il deposito dei contratti in Lega Calcio. Affascinante il luogo della firma: su uno yacht nel golfo di Napoli, alla presenza del  Presidente ing. Corrado Ferlaino, del direttore sportivo Antonio Juliano e dell’imprenditore Gianni Punzo, oltre che del procuratore sportivo di Diego Maradona. Fu senza dubbio un evento storico per il calcio. Se ne parlò in tutto il mondo e nella città iniziarono a comparire i primi striscioni che salutavano l’arrivo di Diego.

La presentazione ufficiale non poteva avvenire con una semplice conferenza stampa. Ad essa seguì il  saluto a tutti i tifosi nello Stadio San Paolo che il 5 luglio 1984 era stracolmo di gente e di gioia.

«Buonasera, napoletani – disse Diego alla folla impazzita – Io sono molto felice di essere con voi». Nel boato che si riaccese incontenibile prese un pallone, accennò un palleggio, poi calciò altissimo di sinistro a campanile urlando: “Forza Napoli“. Da quel calcio iniziarono 7 anni indimenticabili per il popolo azzurro. Al momento, i 7 anni più belli dei 90 anni di calcio a Napoli.

90 anni di calcio a Napoli: Il primo calcio di Diego Armando Maradona
90 anni di calcio a Napoli: Il primo calcio di Diego Armando Maradona

Finisce qui anche questo capitolo sulla storia dei 90 anni di calcio a Napoli. La prossima volta parleremo del primo scudetto conquistato dal Napoli.

Anche per questa volta è tutto.  Arrivederci alla prossima settimana con 90 anni di calcio a Napoli.

Salvatore Annona

CONDIVIDI
Articolo precedenteFantabreak: quanti malus, troppi!
Articolo successivoA caccia di talenti: Michy Batshuayi
Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale. Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).

NESSUN COMMENTO