Salernitana-Bari da infarto: il verdetto dell’Arechi è 3-4

0
177

Si ferma sul 3-4 il risultato di una delle partite più belle di questa stagione di Serie B che ha visto contrapposte Salernitana e Bari.

Chi è andato all’Arechi ieri sera aspettandosi una partita di alto livello sicuramente non è rimasto deluso. La gara era sentita alla vigilia, uno scontro importante per entrambe le squadre: i padroni di casa cercavano a tutti i costi la vittoria per potersi rilanciare in ottica salvezza, mentre gli ospiti volevano scalare la classifica per poter vedere concretizzarsi ancora di più quel sogno chiamato Serie A, entrambe unite sotto la bandiera di uno dei gemellaggi più duraturi del nostro calcio. I tifosi di Salernitana e Bari si amano, si stimano, si rispettano, e l’influenza positiva che i tifosi hanno regalato grazie alla splendida coreografia apparsa in curva sud che celebrava, appunto, il connubio tra le due compagini, si è riflessa in un match dalle smisurate emozioni. A Salerno è stata una serata perfetta in cui hanno trionfato sportività, bel calcio e quindi divertimento, e, quando ci sono questi ingredienti e la posta in palio è molto alta, il risultato è sempre appeso ad un filo sottilissimo, in bilico fino agli ultimi attimi di partita.

12895538_1230254410322413_995192067_n

Le squadre si affrontano a viso aperto fin dal fischio d’inizio, ribattendo l’una le iniziative dell’altra. È, però, nel momento in cui i Granata vanno più vicini al gol del sorpasso, negato solo da una traversa colpita da Tonucci al 37′, che i Baresi passano in vantaggio grazie ad un piattone di Dezi che brucia Terracciano. La Salernitana reagisce rabbiosamente con Donnarumma (subentrato all’infortunato Nalini al minuto 26) allo scadere della prima frazione di gioco mettendo a segno un colpo di testa che sbatte prima sul palo e poi si insacca in rete. Il giovane attaccante ex Pescara si ripete con un bel tiro a giro in occasione del gol del 3-3, rispondendo, insieme a Coda (11esimo centro stagionale per lui), ai gol di Sansone (la cui posizione sul tiro deviato di Rosina è fortemente dubbia) e Maniero. Al 64′ arriva il gol che, di fatto, chiude la gara in favore dei pugliesi. Eroe di giornata è Dezi che sfrutta il tap-in vincente dopo la splendida parata di Terracciano su girata di Maniero. All’80’ Odjer si fa espellere per doppia ammonizione, evento che toglie quasi ogni speranza ai ragazzi in casacca Amaranto di riagganciare il risultato. All’ultimo respiro Coda prova a regalare un 4-4 che avrebbe avuto del clamoroso, ma colpisce di poco al lato un pallone in posizione piuttosto favorevole.

Con questo risultato pirotecnico, maturato a seguito di una partita al cardiopalmo, il Bari si porta al terzo posto ex aequo con Cesena e Novara a 53 punti. La Salernitana scende di nuovo al penultimo posto dopo aver recuperato una posizione dopo la partita della scorsa giornata e, al prossimo turno, affronterà proprio il Novara terzo in classifica. Chissà che la squadra di Menichini non voglia farsi un gran bel regalo contro i Piemontesi e, magari, regalare una gioia anche ai fratelli Baresi, sempre nel rispetto di quel bellissimo sodalizio che li unisce.

Fonti media: tuttosport.com

Vincenzo Marotta

NESSUN COMMENTO